martedì 31 luglio 2007

Lettere da una notte agitata

Caro proprietario del negozio di scarpe al civico 4,
Sono lieta che Lei tenga alla Sua sicurezza tanto da installare un allarme antifurto. Avrebbe dovuto prenderne uno più costoso, o forse chiudere meglio le saracinesche, perché stanotte è stata una notte molto ventosa e, a partire dall'una e mezza, l'antifurto del Suo negozio non ha smesso di attivarsi e disattivarsi a intermittenza.
Stava ancora suonando quando sono salita in auto per andare al lavoro alle 8.30.
Sicuramente riceverà una visita del comitato di quartiere in mattinata, dove spero che volino gli insulti e magari anche gli schiaffi.
Cordialmente,
una inquilina del civico 6

Cara madre,
Grazie per avermi compreso quando ho chiuso le finestre e acceso il condizionatore stanotte alle 2.30. Ero davvero allo stremo. Se non avessi fatto così avrei probabilmente passato la notte sveglia.
Un bacio
Tua figlia

Cara cervicale,
Lo so, ti ho maltrattato. Porta pazienza, stasera di curerò con lo sciarpone di lana profumato alla lavanda e una bustina di Aulin.
La padrona

Caro capo,
Sii comprensivo se oggi mi vedi con le occhiaie e meno reattiva del solito.
La grafica

Caro caffè,
Sei il mio migliore amico.
Ale

Caro letto,
Quanto manca fino a che ci rivediamo?
Ale

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails