venerdì 24 agosto 2007

Persino il cameriere non ci voleva credere

Ieri sera cena da Pastarito sotto casa mia.
Dovete sapere che quel Pastarito è presente sotto il mio portone più o meno dal 1998, e che ha visto me e mia madre presentarci a scadenze quasi settimanali, col caldo e il freddo, in pigiama (take away), in abito da sera (post-teatro), in tuta e bandieroni (post-San Siro).
Quel Pastarito mi ha visto spazzar via regolarmente ogni loro porzione di pasta, a prescindere dal condimento e dalla quantità, e spesso finire anche le teglie dei miei commensali che avevano abbandonato l'impresa.
Dovete anche sapere che i camerieri ormai ci danno del tu e che secondo mia madre pensano che abbiamo la cucina che non funziona, tanto che una volta, imbarazzata per essere scesa a prendere una pizza take away per tre sere di fila, ha anche specificato loro:

"Guardi, non è che ho una cucina in casa, è solo un periodo in cui faccio tardi al lavoro e non ho voglia di preparare niente."

Date queste premesse, potete immaginare la faccia del cameriere quando ieri sera mi sono seduta al tavolo e ho ordinato una insalata con pere e brie.
Non ha detto niente, ma glielo potevo leggere in faccia:

"Ma come? Niente spaghetti zola e noci? Niente diavola? Una tagliatella pesto patate e fagiolini? Trofie crema di tartufo e funghi? Cosa è successo?"

E invece no. Una insalata e una focaccia liscia a metà con lo Ste. Tiè.
Care manigliette dell'amore, tremate, tremate...

1 commento:

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails