martedì 31 luglio 2007

Lettere da una notte agitata

Caro proprietario del negozio di scarpe al civico 4,
Sono lieta che Lei tenga alla Sua sicurezza tanto da installare un allarme antifurto. Avrebbe dovuto prenderne uno più costoso, o forse chiudere meglio le saracinesche, perché stanotte è stata una notte molto ventosa e, a partire dall'una e mezza, l'antifurto del Suo negozio non ha smesso di attivarsi e disattivarsi a intermittenza.
Stava ancora suonando quando sono salita in auto per andare al lavoro alle 8.30.
Sicuramente riceverà una visita del comitato di quartiere in mattinata, dove spero che volino gli insulti e magari anche gli schiaffi.
Cordialmente,
una inquilina del civico 6

Cara madre,
Grazie per avermi compreso quando ho chiuso le finestre e acceso il condizionatore stanotte alle 2.30. Ero davvero allo stremo. Se non avessi fatto così avrei probabilmente passato la notte sveglia.
Un bacio
Tua figlia

Cara cervicale,
Lo so, ti ho maltrattato. Porta pazienza, stasera di curerò con lo sciarpone di lana profumato alla lavanda e una bustina di Aulin.
La padrona

Caro capo,
Sii comprensivo se oggi mi vedi con le occhiaie e meno reattiva del solito.
La grafica

Caro caffè,
Sei il mio migliore amico.
Ale

Caro letto,
Quanto manca fino a che ci rivediamo?
Ale

lunedì 30 luglio 2007

Grazie

Per il bel weekend passato, per la grigliata sul terrazzo e per avermi tenuto da parte il primo hamburger. Per le coccole e gli abbracci, per il pomeriggio e la serata passati sul divano. Per avere tenuto stretto il mio piede nella tua manona. Per le tre puntate di fila di Lost e per la pizza presa sotto casa. Per aver russato meno del solito e per il sorriso del buongiorno. Per aver preferito una levataccia accanto a me ad una notte da solo a Lugano.
Questa settimana inizia leggera come una carezza ed è tutto merito tuo.

venerdì 27 luglio 2007

Yawn

E il venerdì pomeriggio è arrivato.
Grazie al cielo.
Fuori fanno 40 gradi all'ombra e il volante della mia macchina lasciata al sole aveva la stessa temperatura di una colata lavica.

Le cose che desidero in questo momento sono chiare e semplici.
  1. Una doccia
  2. Un litro di crema idratante
  3. Una tuta (fresca)
  4. Un condizionatore a 20.000 btu
  5. Un divano
  6. Un fidanzato (preferilmente lui)
  7. Una pizza
  8. Una Coca Cola (preferibilmente Coca Cola Zero)
  9. Un gelato
  10. Un paio di DVD dal contenuto valido ma non pesante (in alternativa: una programmazione valida su Sky)
  11. Una dose massiccia di coccole e massaggini ai piedi
Non mi sembra di chiedere troppo, no?

Ora procedo con i primi cinque punti della lista in attesa dell'arrivo del sesto.

giovedì 26 luglio 2007

E' ufficiale

Oggi sono arrivati i biglietti.

Non bastava Roma, no, non erano sufficienti i posti in prima fila in platea all'Olimpico, acquistati dieci minuti dopo l'inizio della prevendita in una sessione di internet al cardiopalma.

Mia mamma mi ha guardato con i suoi occhioni da fan sfegatata e non ho potuto resistere: andiamo anche a Londra.

Ma siamo sinceri: chi direbbe mai di no a 1) un secondo concerto dei Rolling Stones nell'arco di due mesi e 2) un weekend a Londra? Voglio davvero continuare a fingere che tutto questo evento non faccia piacere a me tanto quanto a lei?

Quindi, amici vicini e lontani, il 26 Agosto sera non cercatemi perchè sarò qui.




PS: La madre ha appena chiamato per segnalarmi che "è tra un mese esatto!"

lunedì 23 luglio 2007

Nesfrappè


Nesfrappè
Originally uploaded by AlessandraLM

Come preparare il Nesfrappè perfetto.

Ingredienti:
  • 1 cucchiaio di Nescafè
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • Acqua minerale naturale fredda
  • Ghiaccio
  • Latte (facoltativo)
  • Frullino ad immersione Ikea

Preparazione:
  1. In un bicchiere capiente unire il Nescafè e lo zucchero e coprire con un dito di acqua.
  2. Frullare con il frullino Ikea per circa 30 secondi o fino a che non si forma una schiuma densa e soffice.
  3. Aggiungere 4 o 5 cubetti di ghiaccio.
  4. Riempire il resto del bicchiere con acqua.
  5. Se piace, sostituire metà acqua con latte.
Gustare con una cannuccia pieghevole colorata, preferibilmente sotto i tendoni di un bar in riva ad una spiaggia greca.

domenica 22 luglio 2007

Post-it personale

Cose da fare al ritorno da 10 giorni in Grecia:
  • Aprire la valigia e selezionare con cura i capi da lavare. Notare con sconforto che non c'è niente che non sia da lavare e buttare il tutto dentro la cesta dello sporco.
  • Prestare particolare attenzione al telo da spiaggia, che è ancora intriso di sabbia, sale, alghe secche e probabilmente qualche insetto (bella e romantica l'idea di restare in spiaggia fino all'ultimo minuto buono prima della partenza, ma il risultato è che il telo ha lo stesso odore delle reti dei pescatori).
  • Attaccare la macchina fotografica al computer e iniziare a scaricare. 400 fotografie e una trentina di filmati. Eh, i filmati: ho appena comperato una compattina digitale e mi si è aperto un mondo di scatti mediocri ma accettabili e filmatini estemporanei dal valore artistico zero. Presto diventerò una di quelle persone che si portano in borsa il dvd con le foto e i filmini delle vacanze e li mostra al primo malcapitato che le invita a cena.
  • Convertire in mp3 il CD acquistato in spiaggia, in particolare quello che è diventato il tormentone della vacanza: Yassou Maria.
  • Prendere un bel respiro e pensare che domani si torna in ufficio, ma per lo meno avrò un bel colorito abbronzato da sfoderare mentre mi riempiono di cose da fare.

mercoledì 11 luglio 2007

Vacosa?

Vi ho detto che domani vado in vacanza?

O meglio, spero.

Nel senso che sono così stressata e piena di cose da fare che ancora non ci credo. E non ci crederò fino a che il mio sedere non sarà posato sull'aereo per Atene.

Ci vediamo il 23.

Spero.

lunedì 9 luglio 2007

Pep Talk

Il capo: "Quindi adesso lo chiami e gli dici che noi non accettiamo questi prezzi. Mi raccomando Alessandra, devi essere incazzata!"
Io: "..."
Il capo: "In-caz-za-ta, hai capito? Lo devi stendere."
Io: "Sì, capo. Incazzata. Lo stendo."

Per cui, ragazzi, se col tempo mi troverete ancora più acida, stronza e incattivita, sappiate che il lavaggio del cervello quotidiano funziona.

Ah, per la cronaca io quel tizio l'ho chiamato, ma non ce l'ho fatta ad incazzarmi. Anzi, credo di avere anche usato la parola "per favore" un paio di volte.

venerdì 6 luglio 2007

Sono soddisfazioni


Al lavoro ricevo molte buste del genere, alcune indirizzate genericamente a "Marketing", altre indirizzate genericamente a mio nome. Questa che ho ricevuto oggi è la più bella di tutti. "Direttore Marketing". Bum! Assistente Marketing, va già meglio, ma Direttore? Beh, mi fa comunque piacere che qualcuno al mondo pensa che io lo sia!

PS: E comunque dalla scannerizzazione non si vede, ma anche in questo caso hanno scritto sbagliato il mio cognome!

martedì 3 luglio 2007

Cucù!


Facial time
Originally uploaded by AlessandraLM

Una delle cose che mi ha convinto a passare su un blog esterno è questa: la possibilità di inserire le mie foto all'interno del blog.

Questa ovviamente sono io, circa un anno fa, in un momento di follia fotografica mentre mi facevo la maschera.

Pronto? Pronto? Mi senti?

Non c'è blog che si rispetti che non inizi con il canonico post di prova e di benvenuto. Quindi ciao, voialtri. Quello che avete davanti agli occhi è la nuova veste del mio blog Ophelia, che fino ad oggi era sempre stato sotto il mio completo controllo: html, impaginazione, layout, design, aggiornamento. Tutto fatto a mano come ai vecchi tempi.

Beh, i tempi in cui potevo passare ore e ore al computer a smanettare sulle pagine web sono passati, e anche io mi devo adeguare alle nuove comodità digitali. Non è questa la sola novità: dopo tre anni ho anche deciso di tentare a scrivere in italiano, anche perché mi sono resa conto che le uniche persone che commentavano costantemente erano italiane. E allora cheddiamine, parla come mangi.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails