sabato 16 febbraio 2008

La casalinga di Lugano

Ste va in ufficio a sbrigare alcune pratiche.
Io mi guardo intorno, nel piccolo grande monolocale, e mi dico
Ma sì dai, mettiamogli un po' a posto la casa.
Raccatto detersivo, spugna, mi rimbocco le maniche e passo all'Ipod per mettere un po' di musica a farmi compagnia.
Ovviamente la prima canzone è Stand by Your Man. Country, anni 70, melodica e un po' lagnosa. Una canzone che parla di sottomissione femminile e di come far sapere al "tuo uomo" che lo ami in ogni momento.
E io intanto gli sto volontariamente pulendo la cucina.

La femminista che è in me ulula di sofferenza.
La Bree Van De Kamp che è in me è al settimo cielo.

6 commenti:

S.B. ha detto...

Cosa non si fa per amore !! :-)

Pilar ha detto...

mannò!! dovevi metterti a ballare saltandogli sul letto! bruciami i reggiseni!! (quelli vecchi e brutti, però.)

ALittaM ha detto...

Ehh, ma per amore a volte si smette di ragionare... per un istante ho persino pensato di... lo ammetto... stirargli le camicie!

Pilar ha detto...

naturalmente, volevo scrivere BRUCIAMO, ma in quel momento il tasto della O non ha collaborato.

kabalino ha detto...

le camicie sono l'ultima frontiera...conta fino a cento prima di prendere una simile iniziativa...

ALittaM ha detto...

le camicie sono una delle ultime frontiere. ma penso che il punto di non ritorno sia appallottolargli i calzini spaiati!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails