giovedì 11 settembre 2008

Casa mia, casa mia

Mi rendo conto di non aver ancora detto molto sulla mia nuova casa. Le cose da dire sarebbero tante, prima di tutto perché è la mia prima casa come adulto indipendente: è la prima casa di cui pago l'affitto, le bollette, la prima casa di cui sono totalmente responsabile, dal rubinetto che gocciola alla lavastoviglie.

Ma c'è molto più di questo: è una casa affascinante non solo per quello che c'è dentro, ma per quello che c'è intorno. Iniziamo dalle cose essenziali, quelle che racconto sempre per prime:
  • Di fianco al mio palazzo c'è una bella Basilica in mattoni rossi. A venti metri dal mio palazzo, sulla stessa via, c'è una sinagoga. È incredibile vedere questi due mondi convivere quotidianamente.
  • A piano terra c'è un negozio di pizza al trancio. Il profumo di pizza croccante nell'androne di casa è perenne, dalle 7 di mattina alle 22 di sera. È un odore fenomenale, appetitoso, caldo, da ipersalivazione istantanea.
  • Nel seminterrato c'è il locale lavanderia. A molti italiani questa cosa suonerà nuova, in Svizzera è la norma: non si ha la lavatrice in casa, ma ce n'è una per tutti in cantina da usare a turno. Nella lavanderia c'è una lavatrice bellissima, grande e nuova, un'asciugatrice fenomenale (vedi mio post dell'altro giorno) e anche un enorme lavandino in pietra per chi vuole giocare a fare la lavanderina. Ogni inquilino ha una chiavetta ricaricabile, e comunque in caso di panico ci sono le istruzioni stampate chiaramente su un pannello. Preciso preciso. L'unico problema è trovare il coraggio di scendere in cantina nelle buie sere di pioggia, affrontando i corridoi spettrali armati solo di un cesto di panni sporchi e un fustino di detersivo.

3 commenti:

S.B. ha detto...

Son corridoi spettrali ma svizzeri, quindi sicuri :-)

barbara ha detto...

Se vuoi ti presto dei miei calzini ... dopo l'allenamento terrebbero lontani CHIUNQUE! Tu li tieni lì, sudaticci. Non li lavi, però, altrimenti come tieni lontani i malintenzionati quando torni al tuo appartamento dopo il bucato?

ALittaM ha detto...

s.b: è vero, dovrei ripetermelo più spesso

barbara: in effetti potrei dotarmi di un tuo calzino come arma di difesa contro eventuali aggressori. Ma anche uno di quelli del mio fidanzato andrebbe bene, probabilmente anche meglio ;) !

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails