mercoledì 2 dicembre 2009

Il pedone ticinese

Girare a Lugano da pedoni, è - innegabilente - una goduria. Metti un piede giù dal marciapiede e tutti si fermano.
Girare a Lugano da autisti invece, come capita ad ALittaM, è una prova di abilità, riflessi e sangue freddo senza fine.
I pedoni, infatti sono tutti abituati ad andare in giro in una città dove la gente si ferma per farti passare, e lo fa sempre, in fretta, senza sgarrare e con diligenza.
Ergo: i pedoni non guardano più se ti fermi o no.
I pedoni attraversano.
E basta.
Sta a te, guidatore, non investirli.
Quindi, al guidatore non abituato capiterà sempre
1) di tirare delle belle inchiodate per evitare la donna-manager che è in ritardo per l'ufficio
2) di perdere un paio di anni di vita frenando in tempo per evitare la nonna con il nipotino in passeggino
3) di percorrere alcune vie irte di passaggi pedonali in questo modo: metti la prima, metti la seconda, strisce!, freni, folle, la prima, la sec-strisce!, freni, folle, e così via tre o quattro volte.

Per fortuna il pedone luganese non è sdegnoso come il pedone milanese, e al guidatore che lo fa attraversare indirizza sempre un saluto e un "grazie!". Questo semplice gesto continua a lasciare la povera ALittaM allibita: perfetti estranei che, mentre attraversano, sollevano la mano per fare ciaociao e ti sorridono. Questa sì che è cortesia.

Ovviamente c'è anche il rovescio della medaglia: dopo un anno e mezzo di permanenza in Ticino, ALittaM è ormai perfettamente svizzerizzata. Quando torna in Italia, inchioda di fronte a ogni pedone, rischiando ogni volta il tamponamento a catena.

5 commenti:

mariacristina ha detto...

Beata la Svizzera, a Milano per i pedoni non c'è scampo!

Gischio ha detto...

E permettimi di dire che essere autista milanese non aiuta :)

carlo ha detto...

...dai ringraziano anche qui...quando è 1/2 ora che tentano di passare e qualcuno finalmente rallenta

ALittaM ha detto...

mariacristina, è vero, ma in confronto ad altre città italiane siamo comunque messi bene, dai...

Gischio, mi sono resa conto in effetti che l'autista milanese medio è moooolto stressato! Ma l'ho capito solo allontanandomi da Milano ;)

carlo, è vero ;)

Anonimo ha detto...

Inverti il pedone con l'autista, agita bene, e ottieni una fantastica giornata ad Istanbul!!!!

Sarebbe utile ogni tanto che tutti andassero a vivere per un po lontano da casa, si apprezzerebbero tante cose oltre a impararne una infinità!!
Ciao
sempre io la rompi ..
Francesca

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails