giovedì 27 novembre 2008

Tipe da spogliatoio

Quella che parla al telefono col Gigi dell'aperitivo che farà con la CriCri in centro.
Quella che ha il tanga di pizzo fuxia.
Quella che ha il tatuaggio tribale sopra il fondoschiena.
Quella che gira nuda neanche fosse a casa sua.
Quella che ha una trousse di creme, shampi, spume e spazzole grande come un trolley.
Quella che c'ha tutto abbinato, anche i calzini.
Quella che è tutta fuffa, non appena si spoglia ti rivela delle piantagioni di cellulite che non avresti mai pensato.
Quella che te la mette in faccia come se a te facesse piacere.
Quella che è cecata, sbaglia armadietto e non si accorge di essersi messa il maglione al rovescio (esatto, avete indovinato, questa è ALittaM).
Quella che si asciuga, si veste, si trucca, si phona, si spazzola, si accessorizza, si pettina, neanche l'attendesse la prima della Scala.
Quella che si è fatta la ceretta brasiliana.
Quella che dovrebbe per lo meno potarsi le ascelle.
Quella che ha circa l'età di tua nonna e porcamiseria, forse è il caso che si rivesta signora!
Quella che si è rifatta il seno.

Credevi di averle viste tutte, e invece no. Oggi ne hai scoperti altri due tipi:

Quella che si mette il salvaslip in pubblico (santocielo, ma perché? non puoi andartene in bagno come tutte quante?)
Quella che fa la doccia insieme all'amica (ri-santocielo, ma perché? perché? è pieno di docce libere! cosa fate quando a una delle due scappa la pipì?)

Vi confesso che ora ho quasi paura a tornare in palestra...

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails