giovedì 4 dicembre 2008

Piccoli sinistroidi crescono

Sai, io sono sempre stato un sinistroide, di quelli col parka, la kefia e tutti i crismi; però negli ultimi tempi sto iniziando a pensare questa cosa, ecco, che la gente, la diversità, i vari popoli della Terra, sono tutti bellissimi... quando se ne stanno a casa loro.
(cit.)

2 commenti:

claire ha detto...

Ciao,concordo con quanto dici. Tutti siamo pronti a dire che la nazionalità non ha importanza, quel che conta è la persona e siamo tutti interessati alla diversità delle culture, dei popoli, delle tradizioni. Se poi però ci rubano il portafogli alla stazione della metro e ci accorgiamo che a farlo è stato un pakistano..e che ogni giorno si ripete la stessa scena con un malcapitato diverso,improvvisamente diventiamo tutti un pò "razzisti" e vorremmo rispedirli a casa. Molti sinistroidi tutt'ora non ammetterebbero mai di pensarla come te!

ALittaM ha detto...

Ciao Claire,
in realtà non sono stata io a dire questa frase, ma un amico di fama sinistroide con cui ho avuto una conversazione... devo ammettere che comunque è una riflessione che abbiamo fatto tutti quanti, almeno una volta nella vita. Ci vuole coraggio a saperlo ammettere e dirlo ad alta voce!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails