venerdì 6 febbraio 2009

Un anno fa

Un anno fa capivo, a mio discapito, che non importa quanto lavori sodo, non importa quanto ti impegni, quanto sopporti, quanta dedizione e impegno metti in quello che fai: se lasci solo un lembo del tuo fianco scoperto, anche solo un frammento, ci sono persone crudeli che lo noteranno, se ne approfitteranno, e non appena avranno occasione di ferirti lo faranno, nonostante tutte le cose belle che tu hai fatto in precedenza per loro, nonostante tutti i tuoi pregi, nonostante ogni cosa.
Lo faranno e ti lasceranno lì, come una cretina, a scuotere la testa e rimettere in dubbio tutto quello che ti faceva andare avanti fino al giorno prima.
Un anno fa, però, mi chiamava Ste e mi diceva che aveva passato l'esame ed era diventato avvocato. E il sorriso mi ritornava sulle labbra.
Se mi avessero detto, 365 giorni fa, che io un anno dopo sarei stata a Lugano, a fare un lavoro che adoro, a vivere in una splendida casetta con Ste, e che il problema più "grave" della mia giornata sarebbe stato portare le bottiglie dal fotografo e scegliere il bicchiere adatto per lo shooting... beh, avrei detto loro di non scherzare, che va bene sperare cose belle, ma questo è sfacciatamente ottimista.
E invece.

8 commenti:

orsella ha detto...

alla grande!

Rabb-it ha detto...

Quoto!

(Vado di sintesi in sti giorni... sarà la pioggia!)

Ah cosa quoto?

L'intero post, dal fatto che ci sono persone crudeli, e grandi soddisfazioni.

E una domanda: La bottiglie dal fotografo?

coniglio curioso che non sono altro.

(E meno male che dovevo esser sintetica!)

^_^

ALittaM ha detto...

Orsella: ciao! Grazie!

Rabb-it: Grazie! È stato un anno intenso, molti lettori del blog sanno di cosa parlo. Comunque è bello sapere che il lieto fine, a volte, capita anche a te.
Le bottiglie dal fotografo: ehhhh vedrai ben presto!

Anonimo ha detto...

Porca pupazza..eppure c'è una crisi mai vista in giro...come farai? boh!

Anonimo ha detto...

..e poi tu non sei una dei 42000 italiani che lavorano in canton Ticino, zona che un paio di giorni fa si è espressa del tutto contraria alla liberalizzazione della circolazione dei lavoratori UE in Svizzera per paura di vedersi rubare il lavoro???? Adesso capisco perchè ti va bene.

ALittaM ha detto...

Anonimo, viva l'ottimismo!
Sarai mica un ticinese che ha il dente avvelenato con i lavoratori italiani ;) ? Perché non ti presenti con nome e cognome come tutti i bravi bambini?

svaroschi ha detto...

Eh, l'avevo già letto questo post ma rileggerlo ora, in una giornata con un po' di sconforto che aleggia...beh, mi fa bene.

Del resto, come quando ci siamo conosciute, le somiglianze nelle nostre vite son sempre tantissime!

p.s. c'è un post per te! ;-)

ALittaM ha detto...

Svaroschi, sono contenta che questo post ti dia un po' di speranza. Non bisogna mai demoralizzarsi, neanche nei momenti più bui. :)
È vero, le nostre vite scorrono praticamente in parallelo!

PS: Grazie del (doppio) post! :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails