lunedì 6 aprile 2009

Fammi male!

Sabato ALittaM è andata da S., l'estetista, con lo scopo di farsi fare del male.
Il motivo di questa visita è dovuto al fatto che ALittaM da qualche mese ha mal di schiena quando dorme, di solito al risveglio. A volte è un semplice fastidio, a volte fa proprio male, e in ogni caso la scorsa settimana, complice un movimento sbagliato in palestra e due giorni di pioggia, al mal di schiena si è aggiunta una bella infiammazione alla spalla destra.
Morale della favola, ALittaM doveva farsi dis-incriccare.
S., l'estetista-massaggiatrice, è un genio da questo punto di vista. Piccolina ma forzuta. Ha delle mani che sono miele e acciaio allo stesso tempo, e ALittaM si fida ciecamente di lei.
Ovviamente, per arrivare al dis-incriccamento, ALittaM sa di dover attraversare un'ora e mezza di atroci dolori.
S. mette le manine abili lungo la colonna vertebrale di ALittaM e, come un rabdomante trova l'acqua, subito scova i punti in cui i muscoli e i nervi sono aggrovigliati.
"Fa male qui?" chiede soavemente S., premendo con le dita in un punto.
"Sì!" esclamava le prime volte ALittaM, certo che questo significasse che quel punto non sarebbe stato toccato.
"Bene, allora dobbiamo lavorarci su. Ti farà male. Grida pure, se ti aiuta a sopportare il dolore."
S. iniziava a impastare. Due minuti di assoluto dolore.
Questa operazione veniva ripetuta una decina di volte, in altrettanti punti chiave. ALittaM provava a mentire, ma S. la beccava ogni volta ("No, lì non fa male..." "Non è vero, l'ho sentito che ti sei contratta, non mentire, tieni duro, farà male ma poi ti sentirai meglio" "Gngngngaiaiaiaiaiaaaaaaa!" "Ecco fatto, meglio no?" "Voglio la mamma.").
Ormai ALittaM non mente più, non teme più, va al massaggio con la rassegnazione di chi va a farsi una ceretta all'inguine: farà male, ma è per il tuo bene.
Questo sabato, però, la schiena di ALittaM era conciata proprio male, perché S. ha lavorato, premuto, impastato, massaggiato con il doppio del vigore. E ovviamente, con il doppio del male.
Morale della favola: la schiena di ALittaM è una costellazione di piccoli lividi bluastri.
Probabilmente dentro S. c'è un piccolo mostriciattolo sadico, e dentro ALittaM un piccolo masochista.
La coppia perfetta.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails