venerdì 29 maggio 2009

Si capisce dalla fede, Watson

Il giorno dopo il matrimonio:
"Caspita, come sono belle le nostre fedi. Nuove, brillanti, sono splendide."
"Sìsì."
(...)
"Secondo te si nota che sono nuove di zecca?"
"Ma no, lo notiamo solo noi che lo sappiamo."
Al check-in di Malpensa:
"Siete sposini, vero?"
ALittaM e Ste si guardano, un po' allibiti.
"È per via delle fedi, sono così brillanti."
Al negozio di giornali prima dell'imbarco:
"State partendo per il viaggio di nozze, vero?"
Altro sguardo perplesso.
"Lo si capisce dagli anelli, sono ancora nuovi e splendenti. Oggi siete l'ottava coppia che parte per il viaggio di nozze. Vi siete sposati sabato anche voi?"
Non ce l'avremo scritto in faccia, che siamo sposini, ma a quanto pare ce l'abbiamo chiaramente scritto sul dito.
Ah, e Malpensa è piena di persone che giocano a fare l'investigatore privato.

2 commenti:

S.B. ha detto...

Mi sa che ce lo avete anche scritto in faccia :-)

ALittaM ha detto...

S.B., dici? :) Mi sa di sì...!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails