domenica 5 luglio 2009

"Quella" pillola

Mia nonna, quando avevo 18 anni: "Quand'è che porti a casa un bravo ragazzo? Hai una certa età, è ora che inizi a guardarti in giro."
Mia nonna, quando ho portato Stefano a casa: "Ma ci sei andata a letto? Sì? E allora te lo devi sposare. Altrimenti sei una zoccola."
Mia nonna a Stefano, quando io non c'ero: "È proprio carina mia nipote, eh? E poi sa cucinare, è educata, è una ragazza per bene. È proprio una donna da sposare, mia nipote."
Mia nonna, quando stavo con Ste da un anno: "Quando ti sposi?"
Mia nonna, quando stavo con Ste da due anni: "Quando ti sposi?"
Mia nonna, quando stavo con Ste da tre anni: "Quando ti sposi?"
E così via.
Mia nonna, quando ho detto che andavo a vivere con Ste: "Però vi sposate presto, vero?"
Mia nonna, quando le ho detto che ci sposavamo: "Vi sposate in Chiesa, vero?"

L'altroieri siamo andati a trovare mia nonna, che a 97 ha un po' di acciacchi ma tiene ancora duro.
Non appena Ste si è allontanato, mi ha preso da parte e mi ha detto: "Senti, ora che sei sposata... prenderai mica ancora quella pillola eh? È ora di mettersi all'opera, ormai siete sposati."

Morale della favola: non serve l'orologio biologico, ci pensa mia nonna a farmi venire tutti i sensi di colpa della donna moderna

PS: Comunque mia nonna non si è dimenticata le gioie della gioventù, perché quando le ho detto "Ma dai nonna, è ancora un po' presto, ci siamo appena sposati!" lei ha risposto con uno sguardo saggio: "Eh, è vero, godetevi ancora un po' la vita da sposini, che è così bella, ehehehe (occhiolino)"

1 commento:

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Tua nonna è un mito! :D

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails