lunedì 9 novembre 2009

Il tempo da risotto ai funghi

Io non so come altro descriverlo, quel tempo uggioso autunnale che diventa pura goduria quando hai la fortuna di passare una domenica a casa, se non un tempo da risotto ai funghi.
Ti svegli tardi, fai colazione sul divano finendo di leggere un bel libro (The Time Traveler's Wife, all'inizio sembrava tutta fuffa e poi invece ti prende, oh se ti prende), metti un po' a posto la casa e poi in un battibaleno è ora di pranzo. E allora metti a mollo una manciata di porcini, fai il brodo con il brodo granulare Knorr (che in Svizzera tutti i dadi e i brodi sono buonissimi, non riesco a capire come mai), affetti una cipolla dorata e in men che non si dica ecco che stai cucinando un buonissimo risotto ai funghi porcini e zafferano, e tutta la casa acquista un profumo di domenica.
Una mantecatura leggera, con solo parmigiano, e un paio di bicchieri di un vino sorprendentemente buono di accompagnamento.
Niente di meglio, dopo pranzo, di una rapida pennica, di quelle che ti fanno recuperare quasi tutta la stanchezza della settimana, e poi un pomeriggio di relax e coccole, a sistemare le foto e riguardare vecchi film e nuovi telefilm.
Certo, anche l'estate non è male, con le giornate soleggiate e i bagni in mare e il profumo della lavanda sul balcone, ma volete mettere con il piacere di un pomeriggio di Novembre?

3 commenti:

Gischio ha detto...

Da un po' di tempo, per la mantecatura, ci metto lo stracchino o la crescenza. Lo so che non c'azzecca nulla con la ricetta originale e a qualcuno potrà sembrare un'eresia. Fatto sta che nel mio frigorifero gli avanzi di formaggio proliferano, per cui un giorno, all'insaputa dei familiari, l'ho aggiunto al posto del burro. Risultato: un successone!

alice ha detto...

ALE!Adoro!!!Noi ieri cresima del cuginetto di giorgio, e la sua mamma e la sua zia hanno preparato un ottimo pranzo: tagliatelle fatte a mano con sugo di fagiano (cacciato dallo zio), torelli di zucca mantovani e arrosto...e poi anche noi coccole e nanne sul divano...Adoro!Evviva le domeniche uggiose di novembre!!!

ALittaM ha detto...

Gischio, l'idea non è male! Il formaggio molle dà la stessa cremosità senza la pesantezza del burro. Però a casa mia non sarebbe possibile, che lo Stefano detesta ogni tipo di formaggio. Userò la tua idea per quando mi faccio il risotto da sola.

Alice, che bel programmino anche voi! Complimenti! Avete girato tantissimo... noi invece pigrissimi come due ghiri ;)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails