martedì 3 novembre 2009

Un balcone sul mare

Un balcone sul mare


Rapallo, Ottobre 2009. Un ultimo struggente sguardo al mare e al promontorio di Portofino, al tramonto.
Dare l'addio ai ricordi di una vita, agli odori, le sensazioni, le immagini con cui sei cresciuta, i sapori che ti hanno accompagnato ogni estate, non è facile.
Dirsi che ci tornerai, a Rapallo, che magari affitterete un'altra casa tra qualche anno, che il pesto di Dasso lo mangerete di nuovo, che a inizio Luglio starete di nuovo in attesa in passeggiata che passi la Madonna di Montallegro, che non è la fine ma un nuovo inizio, è una piccola consolazione.
Chiudi la porta della casa di via Tubino e sali in macchina, e mentre vai via vedi il dondolo dove la nonna ti aspettava al ritorno dalla spiaggia e pensi che non li rivedrai mai più, né il dondolo né la nonna.
E ti si spezza il cuore.

4 commenti:

mariacristina ha detto...

Anch'io con mia nonna avevo un bellissimo rapporto e ancora adesso a distanza di tanti anni, è morta nel 1976, ne sento la mancanza. Ma mi piace immaginare di averla ancora vicino e allora mi sento meglio.

alice ha detto...

ale...che bello. E che commozione.Il pesto ti porto a mangiarlo io.Ti abbraccio, sii forte.La tua nonna è con te ogni giorno, nei tuoi ricordi.

Anonimo ha detto...

Casualmente ho letto questo commento...io ho perso la mia bisnonna il 5 ottobre 2010...la amavo ma so che mi sarà sempre vicina,me l'ha detto in sogno...però mi manca tantissimo!

Pellegrina ha detto...

Ma pensa. A Rapallo mi portò la mia mamma quando avevo sei mesi, fu il mio primo mare. Pare che abbia imparato a gattonare sulla piazzetta di Portofino. E adoro l'acqua (e anche io adoravo la mia nonna, la sua accoglienza, le sue torte sempre pronte, la sua generosità che non chiede nulla in cambio).

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails