martedì 9 marzo 2010

La vera festa della donna

Che poi la Festa della Donna, porcamiseria, te la puoi fare tutte le sere che vuoi.

Basta tornare tardi a casa, mandare il marito in palestra, cucinarsi un piatto gigantesco di pasta con tonno acciughe capperi origano e peperoncino, aprirsi una Menabrea e mettersi a mangiare sul divano, guardando una puntata di Desperate Housewives e bevendo direttamente dalla bottiglia.

Insomma, queste sfigatissime mimose tenetevele voi, a me basta una sera del genere e sono a posto.

Alla vostra, donne!

5 commenti:

wakame salada ha detto...

alla tua, cara!Bravissima!
burp ^^

alice ha detto...

mitica ale!1Sono totalmente d'accordo con te....bagno caldo con mille olii essenziali, crema corpo, una buona cena, con una sana bottiglia di buon vino e uno delle nostre sere tv alla tv...evviva noi donnine ( che siamo il motore del mondo!!!) perchè toste belle delicate come noi non c'è nessuno!

S.B. ha detto...

Bene, aggiorno la personale statistica di quelle che non vogliono le mimose :-)

mariacristina ha detto...

Ben detto! e chissenefrega delle mimose.

ALittaM ha detto...

wakame, :)

alice, ci voglio proprio delle serate così.

S.B., segnatelo, bravo... niente mimose per ALittaM

mariacristina, esatto!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails