lunedì 5 aprile 2010

b) La metamorfosi di mia madre

Dalla scomparsa di mia nonna, a mia madre è accaduta una cosa molto strana.
Si è trasformata in sua madre.
Lentamente, quasi senza rendersene conto, ha iniziato a cucinare di più. Ad andare più spesso in chiesa. A dire più rosari. A fare il caffé ai miei zii la mattina. A starsene intere ore ad ascoltare le paturnie di tutti. Ad invitare a cena nipoti e nipotini. Sta pensando di fare un corso di ricamo.
Mia madre, ormai è chiaro, è diventata mia nonna.
E fin qui, niente di male direte voi.
Se non fosse che proprio l'altra sera, mentre ascoltavo a gran volume una canzone degli Stones, circondata da pile di libri e vestiti che non avevo voglia né intenzione di mettere a posto, mi sono resa conto che sto iniziando pure io ad assomigliare a mia madre.
Voi sapete questo cosa vuol dire, vero?
Che io prima o poi diventerò mia madre.
È inevitabile.
Aiuto.

5 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Piero. ha detto...

Non ti può aiutare nessuno: se avete deciso un figlio lo farete e, se mi permetti parlo per personale esperienza, tutto cambierà veramente. Dieci minuti dopo il parto tu e lui non sarete mai più le stesse persone. Niente paura è sola una vita mooooolto diversa ( e gli Stones potrai continuare ad ascoltarli).

ALittaM ha detto...

grazie Piero per le belle parole :) anche se io mi riferivo più al modo di comportarsi e alle abitudini che alla procreazione in sè. Col tempo sto prendendo le abitudini di mia madre e lei quelle di mia nonna, e se considero molte delle piccole follie di mia madre la cosa mi spaventa.

...comunque mi stupisce il fatto che tutti i lettori del mio blog si interessino a mie eventuali procreazioni!

Piero. ha detto...

Beh sai com'è, da fuori certe cose appaiono più evidenti e poi quando ti ho conosciuto eri una bimba che amava la buona tavola e Londra, scattava ottime foto e sopratutto riusciva a parlare indirettamente di sè e del suo mondo senza mai esporsi più di tanto. Ci hai raccontato molte storie e ti abbiamo vista crescere...ci hai coinvolti nel tuo matrimonio. nelle tue pennichelle, nelle tue sconfitte e nelle tue vittorie ( unghie laccate comprese). Non c'è scampo: siamo tutti tuoi potenziali Patrozzi del figlio che farete, ecco.

ALittaM ha detto...

In tre anni sono cambiate molte cose... Ma altre no! E' bello avere lettori fedeli come te! Sono contenta che sia tornato.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails