lunedì 7 giugno 2010

La soglia del dolore

Durante la visita a Crotone della settimana scorsa, tra un pomeriggio in spiaggia, due passi su lungomare e due chiacchere con i cugini e gli zii di Ste, i nostri due eroi sono anche usciti a cena con degli amici di famiglia.
Tra le varie leccornie servite come antipasto, ecco comparire le pipe e patate. Ovvero: peperoni con le patate al forno.
ALittaM, in un momento di totale distrazione*, se ne serve una bella porzione, e li addenta tutta contenta.
È come mettere in bocca un porcospino arroventato.
Dolore, dolore, bruciore e ancora dolore, con una tagliente punta di piacere proprio alla fine.
Ora siamo chiari, ad ALittaM il piccante piace, eccome. Ma persino per il suo palato questo è un po' forte.
La nostra eroina lancia un'occhiata a Ste. Il marito, calabro fino al midollo, sta mangiando la stessa pietanza col sorriso sulle labbra e sul volto un'espressione da ricordo proustiano.
Dall'altra parte del tavolo gli altri commensali mangiano il tutto come se niente fosse.
ALittaM prende ancora un paio di bocconi e poi si deve fermare a soffiarsi il naso e asciugarsi le lacrime.
"Caspita," esclama, per stemperare un po' il silenzio "Certo che questi peperoni e patate sono proprio piccantissimi!"
Attimi di silenzio.
"Ma no," risponde uno degli altri, perplesso "Appena appena."

Queste le sue esatte parole. Appena appena.
Mi chiedo quanto sia alta la soglia del dolore per il calabrese medio.

*(distrazione, dico, perché una simile porzione di pipe e patate ha provocato un celeberrimo attacco di gastrite proprio ad ALittaM, un paio di anni fa. Ma si ripetono sempre gli stessi errori!)

4 commenti:

zymil ha detto...

uuuuuh, pip' e patateeeee, quanti ricordi calabresi ^^
effettivamente sono appena appena piccanti eh, non avevano torto...a meno che non sei riuscita a beccare l'unico peperone verde piccanterrimo della pignatta :D

mariacristina ha detto...

Naso che cola, occhi che piangono, appena appena piccantino eh!

ALittaM ha detto...

zymil, i miei erano piccantissimi, fidati: sono loro ad avere le papille gustative tarate male.

mariacristina, in effetti era una bbbomba.

Pellegrina ha detto...

Io ho avuto un trip, del tutto involontario, per aver appoggiato un peperone (non peperoncino) tagliato a metà sul labbro inferiore. Dev'essere quello a aggiustare la soglia del dolore.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails