martedì 31 agosto 2010

Come imparare ad andare in bici in 5 semplici momenti chiave

1) Propedeutica
Prendete una bicicletta in affitto. Richiedetela appositamente scassata e fate abbassare il sellino il più possibile.
Ignorate il suggerimento di vostro marito di inizare ad andare in bici in pieno centro storico di Favignana, sulle viuzze in salita lastricate di pietra e piene di pedoni. Aspettate di trovarvi in una viuzza deserta che porta al mare, prendete un bel respiro e salite sul sellino.

2) Resistenza
Dopo aver capito che riuscite a restare in sella per più di tre secondi, imparate a capire come funzionano i freni. NO, frenare con i piedi per terra non è indicato. NO, stringere a sangue entrambi i freni ogni 50 metri non aiuta. Anzi, vi porta ogni volta più vicini all'asfalto.

3) Equilibrio
Imparate a non inchiodare ogni volta che sulla strada incrociate a) un pedone b) un'altra bici c) un insetto d) un'automobile e) una corriera.

4) Le marce?

Ma questa dannata bici non va in salita! È faticosissima! Come? La terza? Cosa vuol dire che sono in terza? Perché volete dirmi che anche le biciclette hanno le marce?!


5) Sellino mon amour
"Ahiaaa! Queste dannate strade piene di dossi e di buche!"
"Lo so, se non stai attenta ti puoi fare un gran male al sedere."
"Non sto esattamente parlando del sedere, Ste."
"...ah."
"Diciamo che se piglio un'altra buca devo andare a confessarmi per averti tradito con un sellino."

5 commenti:

Jane (Pancrazia) Cole ha detto...

Cara compagnuccia di sventura!
Ora mi copio il post, lo stampo e lo imparo a memoria.
Così inizio con la teoria, per la pratica aspetto ;)

mariacristina ha detto...

Certo che imparare a Favigliana, non era meglio nel garage di casa? Complimenti, non deve essere stato facile!!!

Rabb-it ha detto...

La sai quella della buca nel piccolo paesino, vero?

C'era un parroco che venne assegnato fresco di noviziato in un piccolo paesino, dove il suo predecessore aveva abituato le parrocchiane dovevano confessare un tradimento a dire che erano inciampate nella buca vicino alla fontana della piazza.

Il novellino non sapendo dell'usanza non capiva bene come mai le donne portassero a lui i problemi del dissesto stradale del posto, pensò che fosse perché ne parlasse al sindaco in veste autorevole.

E così fece, si fece ricevere dal sindaco e iniziò a spiegare che diverse parrocchiane rischiavano di farsi seriamente male a causa di una buca.
Il sindaco, che conosceva l'antica usanza, ridacchiò un po' all'uscita del parroco.

Questi nel vederlo ridere perse un filo la calma:

"Ci sta poco da ridere, solo nell'ultima settimana sua moglie vi è inciampata ben tre volte!"

Felipegonzales ha detto...

6) Non salire mai alla bersagliera.

ALittaM ha detto...

Jane, brava, prendi appunti e preparati... prima o poi toccherà anche a te.

mariacristina, a me piacciono le sfide... se ce la fai a Favignana ce la fai ovunque ;)

Rabb-it, hahahaha! carina!

Felipegonzales, eh, in effetti.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails