domenica 26 dicembre 2010

Natale senza regali

Natale
Questo Natale passerà alla storia per la sua spettacolare carenza di regali.
Conoscendo ALittaM direte oh no, poverini i malcapitati che si sono trovati al 24 senza un regalino da offrire alla ragazza dal capello ispido. Lunga e dolorosa è la ramanzina che li attende sullo spirito del Natale e il farsi almeno un pensierino giusto per non essere a mani vuote.
E invece no. Questo Natale passerà alla storia soprattutto come il primo Natale in cui ad ALittaM dei regali non importa un fico secco.
Prima di tutto, perché all'alba dei 31 anni si è resa conto che (momento di commozione) il vero regalo è condividere le proprie giornate, le sere, e i fine settimana con persone come quelle che la circondano. Il vero regalo è stato questo 2010 che (nonostante l'inizio penoso) si è rivelato pieno di sorprese inimmaginabili. E ALittaM può ben dire, alla fine, che il regalo più bello lo riceve nel quotidiano, quando meno se lo aspetta, ed é fatto da momenti che le resteranno impressi per sempre nella memoria, e queste sono cose che valgono più dell'ennesimo pacchettino.
E poi... vaccamiseria, non ve lo volevo dire prima ma domattina io e Ste partiamo e andiamo in Giappone per due settimane. E vuoi mettere quante cose ci compreremo lì?!

Buon Natale (in ritardo) a tutti! E ora qualche foto dei miei strepitosi parenti e del succulento cibo consumato in questi due giorni:

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Buon Natale

Carlo

(p.s. tuo marito mangia certe schifezze)

mariacristina ha detto...

Buon Natale, e dici cose giuste, e chissenefrega dei regali, basta stare tutti insieme, un abbraccio.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails