domenica 13 febbraio 2011

Vita da single

C'è chi mi chiede che fine ha fatto il blog.

Beh, i motivi del mio temporaneo silenzio sono molteplici.

Innanzitutto al lavoro sono occupata freneticamente con la preparazione alla fiera più importante dell'anno (ricordate l'anno scorso?). Il che vuol dire, come immaginate, 11 ore al giorno di lavoro lavoro lavoro, che per fortuna mi piace così tanto da non farmi sentire la fatica ma mi fa anche passare la voglia, una volta tornata a casa, di riaccendere il computer e pensare alla mia vita digitale privata.

E poi c'è un'altra cosa: in questo periodo Ste passa molti giorni in viaggio per lavoro. Di solito tre-quattro sere a settimana. Il che vuol dire che la sottoscritta sta riscoprendo la vita da single in casa propria. Non è più una notte sporadica, sono interi giorni privi di controparte maschile. E la vita da single vuol dire che quando torni a casa tua alle 21 e sei stanca stravolta e hai tutta la serata per te, il blog finisce in fondo ai tuoi pensieri. E la scaletta della serata tipica della pseudo-single diventa questa

1) un bagno caldo mentre bolle l'acqua
2) un piatto di spaghetti con sugo-pronto all'arrabbiata da mangiare sul divano
3) un film di quelli che ti piacciono tanto e che per cortesia non obblighi Ste a rivedere
4) addormentarsi dopo dieci minuti di suddetto film
5) essere svegliata o dai titoli di coda del film o dalla telefonata della buonanotte di Ste
6) lavarsi i denti in stato di semi-catalessi e fiondarsi a letto nella camera-forno (sì, perché ancora l'amministratore non ha mandato l'idraulico, e qua il calorifero continua ad andare a palla ed è due mesi che qui si dorme in una sauna finlandese)

1 commento:

Anonimo ha detto...

:-) O.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails