sabato 12 marzo 2011

Un pezzo di Liguria a Lugano

Capita che il marito, in uno dei suoi peregrinaggi lavorativi per l'Italia, passi in autostrada in Liguria. E lì gli cada l'occhio su un'uscita autostradale ben conosciuta.

E ALittaM riceve una telefonata, al mezzogiorno del venerdì, in cui Ste è a Rapallo e chiede l'indirizzo di quel pastificio tanto buono dove prendevano sempre la pasta e i sughi, e anche dove era la focacceria in cui andavano a fare scorpacciate.

E otto ore dopo, in una cucina di un appartamento del centro di Lugano, come per magia ci sono tutti i sapori e i profumi di Rapallo, la nostra amata Rapallo, e noi commossi ci mangiamo i pansotti e la focaccia e il sugo di noci e il freezer è stracolmo di altri sughi pronti per il futuro. Perché noi di Rapallo adoriamo l'atmosfera, i ricordi, le spiaggette poco conosciute, l'aria di mare, ma soprattutto noi con Rapallo abbiamo un legame di pancia, e un pansotto con sugo di noci di Dasso è per noi peggio di una madeleine per Proust.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi sa che in Giappone non ci ritorni più, e se casomai tu ci ritornassi lasciati dire che non hai molto sale in zucca.

Anonimo ha detto...

Scusa cosa centra questo commento con un post che parla della Liguria??? e comunque hai detto una cosa senza senso..se uno non dovesse più andare dove sono accaduti dei disastri dovremmo satrcene tutti a casa. O.

ALittaM ha detto...

E rieccolo l'anonimo che non ha il coraggio di presentarsi.
Certo che ci torno in Giappone. E di quello che tu pensi di me non potrebbe interessarmi di meno.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails