martedì 14 giugno 2011

Ci voleva proprio

Quando la tua famiglia è prenotata per un weekend a Londra.  E tu no perché hai un evento di lavoro il venerdì. E poi l'evento viene cancellato, e non solo, passi anche una settimana pessima, con un umore così nero che non si capisce dove finisce l'Ormone e inizia la tua normale tigna.

E arriva venerdì mattina e, prima di uscire di casa, tuo marito ti dice quasi scherzando "Ma perché non prendi un aereo all'ultimo e ci raggiungi?" E tu quasi sovrappensiero prepari una borsa con un paio di cambi e lo spazzolino da denti.

Poi arrivi in ufficio e visto che l'umore nero non se ne va dici Massì, e nell'arco di venti minuti hai tutto: volo, hotel, piano tattico concordato con marito per incontrarsi a Londra. E hai persino ricordato di mettere in borsa la Oyster appena caricata!

E alle 20 sei a Malpensa su un volo EasyJet, sfruttando senza vergogna la pancetta di sei mesi per saltare la fila. E dopo un paio di orette, un decollo e un atterraggio, una mezz'ora in treno e un quarto d'ora in taxi, apri la porta della camera dell'hotel e tutto a un tratto sei a Londra con tuo marito, tua mamma, il parentado vario.

A volte il destino ti rivela delle sorprese che non ti aspetti: stavolta la sorpresa me la sono fatta io, e ci voleva proprio.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails