venerdì 26 agosto 2011

Non esiste che non sei capace di fare il sugo

L'altro giorno mi sono impegolata in una discussione con mia madre sul sugo al pomodoro.
È tutto iniziato dal fatto che mi sono auto-invitata a cena da lei. E lei mi ha chiesto cosa volessi da mangiare.
"Mah una cosa semplice, tipo una pasta al pomodoro."
"Non è meglio una quiche con gli spinaci? I peperoni al forno? Un ossobuco con risotto? Del riso in bianco?" mia madre iniziava a mostrare segni di irrequietezza di fronte al mio insistere sulla pasta al pomodoro.
Alla fine gliel'ho cavato fuori con le pinze.
"È che... a me il sugo al pomodoro viene sempre uno schifo!" ha ammesso con aria colpevole.
E in quel momento mi è tornato in mente che, nei 30 anni di vita che ho passato con mia madre e mia nonna, è sempre stata mia nonna a cucinare il sugo al pomodoro. Sempre. Mia mamma faceva i risotti, gli spezzatini, tutto quanto, ma il sugo proprio no. Mai.
E allora mi sono sentita invadere dallo Spirito della Nonna e ho esclamato "Ma non esiste che non sappia fare il sugo! Mamma! È la cosa più facile del mondo, anche i cretini lo sanno fare!"
Questo è quello che faccio io per avere un normalissimo e mangiabilissimo sugo al pomodoro. Infallibile.

1 barattolone di vetro di passata di pomodoro rustica e/o a pezzettoni
sale
pepe
zucchero
olio extra vergine d'oliva

E basta. Niente soffritto, aglio, cipolla, neanche le spezie. Soprattutto ora che sono incinta e ogni pasto è una roulette russa per capire se ci sarà un sapore nascosto che mi fa schifo.

Metti la passata in una pentola antiaderente bella grande. Aggiungi un pizzicone di sale, il pepe, lo zucchero (mi raccomando lo zucchero! Fa la differenza tra un sugo acido e un bel sugo dolce), una svirgolata di olio. L'importante è che l'olio sia buono e la passata sia fatta di solo pomodoro.
Riempi il barattolo di vetro per 1/4 di acqua, rigiralo un attimo per raccogliere i pezzi di pomodoro che sono rimasti attaccati sulle pareti, svuota il tutto nella pentola.
A fuoco lento (deve sputacchiare dolcemente, o come diceva mia nonna, pippiare) per almeno 45 minuti. Ogni tanto dagli un occhio.
Basta. Stop. Finito. Il sugo è fatto ed è anche buono.
Poi puoi fare la figa e metterci le foglioline di basilico fresco, o l'origano secco, o del peperoncino. Ma intanto non venirmi a dire che non sei capace di fare il sugo perché cavolo, é la cosa più facile del mondo.

E io stasera questo sugo l'ho usato come base in cui affogare le polpette, altra ricetta doc della nonna. Perché quando lo Spirito della Nonna ti piglia non puoi certo sottrarti.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails