mercoledì 29 giugno 2011

Cartoline da Varazze

Varazze
La spiaggia ha le sdraio e gli ombrelloni giallo zafferano.


Varazze
Acciughe ripiene. Gnam.

Varazze
Le interessanti letture di Ste.


Varazze
In spiaggia.

Varazze
Al mare.

Varazze
La piscina dell'hotel.

Varazze
Buganvillee.

Varazze
Palette e secchielli.
Varazze
Il carrugio.

Varazze
Il mare al tramonto.

lunedì 27 giugno 2011

Per riequilibrare un po'

Lo scorso weekend Ste e ALittaM hanno approfittato del weekend lungo e sono andati al mare.
Al momento di fare le valigie, Ste ha selezionato con cura i libri da leggere sotto l'ombrellone.
"Ma stai scherzando." ha esclamato ALittaM quando li ha visti: due volumetti di esercizi di tedesco, un libro satirico sulla storia inglese e un compendio del Sole24Ore "Stiamo andando in spiaggia, non a un convegno."
Ste non ha battuto ciglio e li ha infilati in valigia tutto contento.
E allora ALittaM, per creare un po' di equilibrio letterario e controbilanciare le noiosissime letture del marito, appena arrivata a Varazze si è fiondata nella libreria di remainder e ha comprato qualcosa che non aveva mai letto prima. Qualcosa di totalmente scialbo con cui brasarsi il cervello sotto l'ombrellone.
Dei romanzi Harmony della peggior specie, di quelli che fanno accapponare la pelle soltanto a leggere la quarta di copertina.
E così, mentre nei giorni successivi Ste ha potenziato il suo vocabolario di tedesco, scoperto piccoli aneddoti sull'epoca vittoriana e letto interessanti retroscena sul panorama politico-economico italiano, ALittaM si è immersa nei romanzi rosa che più rosa non si può. Dalla cui lettura ha tratto le seguenti impressioni:

- se hanno pubblicato loro, non vedo perché non pubblichino anche me
- 3 euro e 90 sprecati
- ma c'è gente che li apprezza davvero, questi libri?
- siamo a pagina 26 e ho già capito dove va a parare
- per compensare il fosso letterario in cui mi sono infilata, il prossimo mese dovrò per lo meno leggermi Proust o Tolstoj
- ma tutte qui le scene di sesso? mi aspettavo ben altro. posso aggiungere che sono anche poco realistiche?

giovedì 23 giugno 2011

Non è come sembra

Stamattina mi sono svegliata in una stanza di hotel.
Dall'altra parte del letto un uomo in giacca e cravatta si stava finendo di vestire.
"Scusa, devo scappare, non volevo svegliarti." mi ha detto "Ti ho lasciato i soldi sul comodino."
E sul comodino c'erano 100 Euro.

Quello che è capitato è che io e Ste siamo al mare per una mini-vacanza, e lui oggi aveva una udienza a Milano quindi è partito al mattino presto. E io mi ero dimenticata di prelevare al bancomat, per cui mi ha lasciato i soldi per la giornata.

Ma a ripensarci, se qualcuno ci avesse visto per la prima volta le cose sarebbero sembrate molto diverse.
E soprattutto Ste sarebbe sembrato uno strano maniaco che frequenta prostitute molto incinte che dormono con magliette XL e pantaloncini scolorati (e le paga poco, se posso permettermi!).

martedì 21 giugno 2011

Park & Read

Park & ReadQuesta estate a Lugano c'è una cosa bellissima al parco Ciani, si chiama Park&Read.

In pratica è tutto ciò che di bello può offrirti la vita in un bel giorno d'estate: delle sdraio al sole (o all'ombra sotto gli alberi, se vuoi) e una montagna di libri da leggere in tutta comodità (messi a disposizione dalla Agorateca di Lugano).

Tutto aggratis, tutto a tua disposizione come e quando vuoi ogni giorno dalle 9 alle 19. E se hai sete c'è anche un bel chioschetto con le bibite.

Insomma, questo per dirvi che tutti i sabati e le domeniche la sottoscritta la trovate qui, a spulciare vecchi libri e riviste, prendersi un po' di tintarella e godersi questo piccolo angolo di assoluto relax.

lunedì 20 giugno 2011

Non chiamatelo nesting

Lo scorso weekend ALittaM è rimasta a casa da sola senza Sta ma con la Madre.

Nell'arco di 48 ore ha acquistato 3 pantaloni premaman, tagliato la zazzera improponibile di capelli che le era cresciuta in testa, ha fatto la spesa, ha visto due film in DVD, letto alcune pagine di un interessante libro sui temporary shop, ha passato l'aspirapolvere, ha pulito il bagno e la cucina, ha buttato la spazzatura compresi vetro plastica latta e carta, ha cucinato torta salata agli spinaci, insalata di riso, caponata alla siciliana e ciambella allo yogurt e uvetta, ha fatto tre lavatrici.

La Madre l'accompagnava in tutto dandole una mano, e la guardava un po' esterrefatta da tutto quello che la figlia faceva e voleva fare. Di quando in quando le proponeva di riposarsi un po', e veniva gelata dallo sguardo severo della figlia. Riusciva a calmarla solo facendole bere grossi bicchieri di acqua frizzante fresca di frigo.

Alle 21 di domenica sera, ALittaM è collassata sul divano e il suo pensiero è stato "Meno male che domani torno al lavoro così mi riposo un po'."

Alle 22 Ste è tornato dal weekend da scapolone e ha trovato la casa immacolata, il frigo pieno di roba da mangiare e la cesta dello sporco vuota.

"Ho letto di queste cose," ha commentato, stupito "Si chiama nesting, è una specie di istinto materno che prende il sopravvento durante la gravidanza."
"..."
"..."
"Tu lo chiami nesting, io lo chiamo casa nostra è un porcile."

mercoledì 15 giugno 2011

Coinquilino o coinquilina?

Hehehe che bello vedervi tutti impazienti di scoprire chi alberga nella mia panza!

Il nostro ginecologo in questo si è rivelato estremamente svizzero. Ha espresso un parere tiepido senza esagerare con le certezze "Perché a volte può capitare di sbagliarsi. Di solito sono molto sicuro, ma non voglio garantirvelo al 100% perché altrimenti dipingete tutta la stanza di un colore e poi magari cambio idea e vi tocca cambiare colore."

E poi ci ha detto che è una bambina!

martedì 14 giugno 2011

Ci voleva proprio

Quando la tua famiglia è prenotata per un weekend a Londra.  E tu no perché hai un evento di lavoro il venerdì. E poi l'evento viene cancellato, e non solo, passi anche una settimana pessima, con un umore così nero che non si capisce dove finisce l'Ormone e inizia la tua normale tigna.

E arriva venerdì mattina e, prima di uscire di casa, tuo marito ti dice quasi scherzando "Ma perché non prendi un aereo all'ultimo e ci raggiungi?" E tu quasi sovrappensiero prepari una borsa con un paio di cambi e lo spazzolino da denti.

Poi arrivi in ufficio e visto che l'umore nero non se ne va dici Massì, e nell'arco di venti minuti hai tutto: volo, hotel, piano tattico concordato con marito per incontrarsi a Londra. E hai persino ricordato di mettere in borsa la Oyster appena caricata!

E alle 20 sei a Malpensa su un volo EasyJet, sfruttando senza vergogna la pancetta di sei mesi per saltare la fila. E dopo un paio di orette, un decollo e un atterraggio, una mezz'ora in treno e un quarto d'ora in taxi, apri la porta della camera dell'hotel e tutto a un tratto sei a Londra con tuo marito, tua mamma, il parentado vario.

A volte il destino ti rivela delle sorprese che non ti aspetti: stavolta la sorpresa me la sono fatta io, e ci voleva proprio.

domenica 5 giugno 2011

Risotto alle verdure

Quando hai voglia di verdure, e sei stufa di pastasciutta (persino a me può capitare, ebbene sì, di averne mangiata troppa), questa è un'ottima idea. L'ho fatta l'altra sera ed è riuscita a conquistare persino la madre, che è solitamente refrattaria a ogni tipo di novità. L'idea l'ho presa da qui, togliendo qualche ingrediente.

Ingredienti (per 3 + schiscetta il giorno dopo)

320 g riso Carnaroli
1 Zucchina
1 Melanzana
50 g Piselli surgelati
1 Cipolla (o 2, vedi dopo)
150 g Pomodorini
Brodo bollente
50 g Parmigiano Reggiano grattuggiato
Basilico
Olio di oliva
Burro
1 bicchiere diVino bianco
Sale e pepe

Preparazione

Tagliate le verdure a dadini e fate un trito di cipolla. Fate imbiondire la cipolla con un paio di cucchiai di olio e un tocchetto di burro. Aggiungere la zucchina, la melanzana, i piselli, fare rosolare, coprire con un mestolo di brodo e fare cuocere per 10 minuti col coperchio. Poi aggiungere i pomodori e fare andare altri 5 minuti, aggiustare di sale e pepe.
Nella risottiera scaldare olio e burro. Se vi va di fare il soffritto come base del risotto, aggiungete la cipolla tritata e fate soffriggere. Io non l'ho fatto (c'era già la cipolla delle verdure) e devo dire che il risotto è risultato più leggero. Aggiungete il riso e fate tostare fino a che diventa lucido, poi aggiungere un bel mestolo di brodo.
Quando il primo mestolo si è assorbito, aggiungere le verdure e continuare la cottura in tipico stile risotto, aggiungendo il brodo a mestoli e rimestando di continuo.
A un paio di minuti dalla fine della cottura togliere dal fuoco e aggiungere il Parmigiano. Rimestare, coprire col coperchio e lasciare mantecare il risotto per 2-3 minuti.
Finita la mantecatura aggiungere delle foglioline di basilico fresco tritate e servire.

Buonissimo!

venerdì 3 giugno 2011

Check list del weekend lungo

La focaccia nella panza - c'è.
Il lungomare - c'è.
La giornata in spiaggia - c'è.
La gita a Portofino - c'è.
Il primo bagno della stagione - c'è.
Il naso leggermente bruciacchiato - c'è.
La prenotazione alla Vedetta per stasera - c'è.

Direi che per adesso questo weekend lungo a Rapallo lo stiamo godendo come si dovrebbe!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails