lunedì 23 gennaio 2012

Parlano d'amore i tulli-tulli-tulli-tullipan

Tulli-pan!ALittaM rientra a casa stanca e stremata.
Ste è tornato dalla trasferta di lavoro a Milano da pochi minuti.
E in mano ha un mazzo di tulipani.

"Ohmmioddio." ALittaM si scioglie all'istante "Amore, mi hai portato i fiori?"
Lui annuisce.
"Penso sia la seconda volta in vita tua che mi compri i fiori. Anzi, l'altra volta non li avevi comprati ma li avevi colti in montagna. Quindi tecnicamente è la prima." ALittaM prende in mano il mazzetto di fiori "Che belli che sono. Dove li hai presi?"
"Boh, li regalavano in giro delle promoter."
Ahem.
"Ah, ma allora non me li hai comprati! Te li hanno regalati! Ma che razza di regalo è se te li hanno regalati? Non contano mica!"
"Però pensa che bravo, me li sono portati dietro tutto il giorno e te li ho portati fino a casa. Ho anche fatto una corsa pazzesca per non perdere il treno, tutto con in mano 'sti benedetti tulipani."
ALittaM ci pensa un po'. È indecisa sul da farsi. Poi immagina lo Ste che corre in giacca e cravatta e cappotto e ventiquattrore, nella metropolitana accalcata e poi in stazione fino al treno, e poi si fa un'ora di viaggio in treno con in mano il mazzo di fiori, tutta sta fatica per portarlo a lei e si scioglie di nuovo.
E chissenefrega se, in nessuna delle due volte che Ste le ha dato dei fiori, i fiori in questione siano stati effettivamente acquistati.
È il gesto che conta. E trovare un mazzetto di fiori quando torni a casa è bellissimo.

PS: Ma che razza di promoter erano che davano via mazzi di fiori? Devo ancora capirlo.

1 commento:

alice ha detto...

...e poi i tulli tulli tulli pani fanno così primavera!!!
:)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails