martedì 10 gennaio 2012

Ritorno al lavoro

Sono qua sul divano col computer sulle gambe.
Di fianco a me, Lucia che succhia il ciuccio e si guarda i pugnetti. In cucina, Ste che sparecchia e lava i piatti (santo subito!)
Oggi sono tornata al lavoro.
Mi hanno accolta colleghi vecchi e nuovi, un panino coi falafel, un bicchiere di birra, e una quantità di lavoro impossibile persino a nominarsi.
Adesso sono in uno stato semicomatoso e mi sembra di essere stata travolta da un treno.
Ma sono felicissima.
E ripenso alla me stessa di inizio Ottobre... quella che viveva giorni lunghi nella disperazione del post parto, con quel delizioso rospetto di due chili che mangiava ogni due ore e piangeva, la debolezza cronica, il gonfiore, la carenza di sonno, il male alla cicatrice, ma soprattutto il rimpianto del lavoro e dell'ufficio.
Ecco, vorrei poter parlare alla me stessa di quei giorni e dirle che alla fine ce la farà, che le cose brutte passano in fretta, e quelle belle invece restano.

3 commenti:

alice ha detto...

ma certo ale. il meglio deve ancora venire. e tu sei un tough cookie. ti voglio bene

Spiessli ha detto...

Bentornata al lavoro e... in bocca al lupo!

b & k ha detto...

Ecco, facciamo che i tuoi consigli li ascolto io...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails