martedì 3 aprile 2012

Appunti dello svezzamento

La pappa!Lucia è una ragazza di sani appetiti. La settimana scorsa ha pranzato insieme a un bimbo della sua stessa età e ha mangiato tre volte quanto lui.
La nonna ha iniziato a farmi il rapporto quotidiano delle cacche di mia figlia. Ha fatto la cacca sì/no/dura/molle. ALittaM ogni volta che riceve un messaggio dalla madre in zona pranzo ha paura a leggerlo.
Dopo aver prima schiacciato le verdure con la forchetta (su consiglio del pediatra, che probabilmente è un sadico), poi utilizzato lo schiacciapatate modello 1, poi lo schiacciapatate modello 2, poi il passaverdura, alla fine ALittaM ha scoperto il vero amico dello svezzamento: il minipimer. Dio benedica il minipimer. (A proposito donne, ma voi lo sapevate l'utilizzo secondario del minipimer? No? Vediamo se ci arrivate da sole...? Ovviamente senza la parte con la lama eh! Io l'ho scoperto stasera per caso cercando su Google una foto di un minipimer. Vedi Google quante cose che ti insegna)
Il freezer di casa ALittaM, da che era pieno di barattolini di latte materno, sta lentamente cedendo il posto ai barattolini di pappa di verdure. Dietro il muro di pappe surgelate, dimenticati, rimangono i sacchetti di cibo surgelato per adulti che nessuno ha più voglia di andare a recuperare.
L'idea ottimista di ALittaM era di lasciare Lucia libera di sperimentare con la pappa: metterci le mani dentro, spalmarsela sulla faccia, sputazzare e spernacchiare, e così via. È una cosa bellissima per la bambina, che alla fine del pasto è contentissima, sazia e divertita. Le pareti della cucina, in compenso, sono piene di schizzi di pappa color verde/arancio da sembrare un Pollock. E il seggiolone è incrostato di pappa in posti che uno neanche si immagina.
Dimenticavo: e non vi stiamo a dire cosa sono diventati gli occhiali di ALittaM. Lucia adora allungare le manine e afferare gli occhiali della mamma. Lo adora soprattutto subito dopo mangiato, con i polpastrelli impregnati di pappa e bava.
Luciotta sorrideLucia adora mangiare, adora bere, ma soprattutto si incazza come una bestia quando qualcuno mangia prima di lei (sguardi di odio lanciati al mio yogurt la mattina e ai miei ravioli la sera - abbiamo imparato in fretta a sfamare per prima sua maestà e poi pensare a noi comuni plebei). O, peggio ancora, se tra un boccone e l'altro l'addetto alla pappa impiega più di due millisecondi a riempire la boccuccia spalancata.
Ma poi, terminata la battaglia con la pappa, ripuliti i rimasugli con una salvietta umida, cambiata la maglietta intrisa di pezzi di verdura, la pupa è contenta e soddisfatta e regala ai suoi devoti fedeli dei sorrisoni da far tremare le ginocchia.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails