martedì 24 dicembre 2013

La Vigilia

Borse preparate.
Regali incartati e caricati in macchina di nascosto, perché da quest'anno nella nostra famiglia è Babbo Natale a portarli.
La lista dei regali di Lucia comprende tre cose:

giovedì 12 dicembre 2013

La playlist di Natale

Perché l'avvento dura solo 25 giorni, e in quei miseri 25 giorni io mi carico di tutte le canzoni di Natale conosciute dall'uomo. Classiche, moderne, new age, rock and roll, religiose, antiche, moderne, tratte da un film, io le ho praticamente tutte.

Visto che è Natale e a Natale si è tutti più buoni, ve ne condivido qualcuna.


Run Rudolph Run - Chuck Berry - 1958

lunedì 9 dicembre 2013

Malattie fulminee e altre storie del weekend

Farsi aggredire da un gastrovirus giovedì sera.
Passare venerdì ammosciata sul divano, in preda a nausee e crampi, maledicendo la stagione dei malanni nonché l'ormone della malattia che ti rende insopportabile la visione di qualsiasi film (mi sono scesi i lacrimoni guardando Wall-E. Wall-E, per la miseria).
Risorgere debolmente sabato mattina e nel pomeriggio tirare fuori albero, palline, luci.

martedì 3 dicembre 2013

L'Avvento

Natale a Lugano

È iniziato l'Avvento. Questa volta ci siamo preparati per tempo, con il calendario, le decorazioni e la seria intenzione di godere al meglio dell'atmosfera natalizia.
Perché quest'anno è diverso. No, non siamo più felici o sereni degli altri anni, anzi le preoccupazioni si acculumano nel tempo, gli impegni diventano sempre più pressanti e stancanti, non abbiamo più tempo per noi stessi. Ma stavolta c'è Lucia a vivere il Natale con noi.

lunedì 25 novembre 2013

La vignetta autostradale

Ogni volta che si parla di vignetta stradale mi viene in mente una scena di qualche anno fa. Ero ancora al birrificio e aspettavo un fornitore che mi veniva a trovare per la prima volta, e veniva dall'Emilia.
Circa dieci minuti prima del suo arrivo previsto, mi squilla il telefono.

"Ale, sono io. Senti, sono qui in dogana e c'è una signora che vuole farmi pagare 30 Euro per entrare in Svizzera."

giovedì 14 novembre 2013

Hamburger con avocado

Questo me lo porto nel cuore dall'estate scorsa, quando una sera ho deciso di dare una botta di vita al normalissimo hamburger alla griglia che stavamo per mangiarci io e Ste.
L'idea che ho acquisito negli ultimi mesi è la seguente: provare a mangiare più avocado. Non a tutti piace, ma in realtà è un frutto saporito che si sposa bene con la maggior parte dei piatti. L'ho provato in insalata, sulla pasta, e per finire ho deciso di metterlo a fette sopra la buona carne alla griglia.

mercoledì 13 novembre 2013

Nove motivi per amare la Svizzera

Dopo il momento di sconforto della settimana scorsa, eccomi a tirarmi su di morale con una serie di motivi per cui la Svizzera è assolutamente da amare.

Perché è vero che ha tanti difetti, ma non dobbiamo dimenticarci di alcuni pregi che la rendono davvero uno dei migliori posti al mondo in cui vivere e in cui crescere una famiglia.

Potete leggere tutti questi motivi (insieme a delle belle foto scattate dalla sottoscritta) sul mio articolo "9 Reasons to (Absolutely) Love Switzerland" pubblicato qualche giorno fa sul portale NewlySwissed.

Voi che ne pensate? Tra tutte le immagini la mia preferita è quella dell'ufficio postale. "0" minuti di attesa alla posta in una mattina qualsiasi. Mi ricordo le code interminabili agli uffici postali italiani, la gente accasciata sulle sedie, gli sportelli presi d'assalto. A volte mi dimentico di quanto siano diverse le cose in Svizzera. 

lunedì 11 novembre 2013

Torta salata spinaci e prosciutto

Adoro le torte salate.
La sfoglia è una delle cose più versatili da tenere in frigo, e le torte salate ricadono nella categoria "cucini oggi - mangi domani". Senza contare che è uno dei modi in cui riesco a far mangiare a Lucia gli spinaci, cosa più unica che rara per una pupa che ha espresso profondo disgusto per le mie amate foglie verdi.
Questa poi era la ricetta della torta salata che faceva mia madre quando ero ragazzina, un classico, e ancora oggi me la ricordo con affetto.

sabato 9 novembre 2013

Pasta al forno con le melanzane

Perché il tempo si sta facendo buio e fresco, ed è ora di riaccendere il forno ed apprezzare un piatto semplice.
Perché questo rientra tra i tipi di pasti che puoi preparare la sera prima e riscaldare quando torni dal lavoro tardi e stanca e bimba e marito stanno morendo di fame.
Perché le melanzane mi ricordano tanto mia nonna e la zia di Ste.
Perché io sono una pastivora, e ogni scusa è buona per cucinare la pasta.
La mia versione personale di pasta al forno con le melanzane.

martedì 5 novembre 2013

Quando la Svizzera mi infastidisce

Dovevano arrivare, i momenti in cui essere una expat in Svizzera non erano solo rose e fiori. Non che io voglia dire che fino a oggi sia stata una luna di miele, per carità: la Svizzera è un rompicapo che ho rinunciato a decifrare. Ma ultimamente mi sono capitate alcune piccole inezie che mi hanno fatto demoralizzare, tipo:

domenica 27 ottobre 2013

Questi weekend

Dicono che il weekend sia periodo per rilassarsi e concentrarsi su se stessi e la famiglia.
Io a volte mi stanco più che durante la settimana.

giovedì 17 ottobre 2013

Siamo ancora nel 1938


La settimana scorsa ho trovato una ristampa di una rivista locale di Lugano degli anni '30. All'inizio ero incuriosita dal look, perché a me tutto quello che unisce tipografia, vintage, lettering e design in generale è fonte di grande passione e godimento. Se girate con me per le strade di una città spesso mi vedrete indicare insegne, cartelli, oggetti nelle vetrine al suono di "Guarda che bello quello!" oppure "Guarda che bel font!" "Guarda la scelta di colori!" D'altra parte, mi sentirete anche inveire contro ogni cartellone in Comic Sans che il destino ha messo sul mio cammino al suono di "Tutti a casa, le aziende che fanno pubblicità in Comic Sans andrebbero chiuse d'ufficio!"
Sì, sono abbastanza strana come persona.

venerdì 11 ottobre 2013

Oggi sono contenta

Oggi mi premio lavorando dal salotto di casa con Lucia e mia mamma che mi fanno compagnia.
Ce lo siamo meritati, dopo una settimana di salti mortali e firme e pagamenti e chiavi.
Momenti di pura esaltazione misti a terrore, grandi corse in automobili e telefonate ovunque.
Ieri notte un temporale gelido si è abbattuto su Lugano, stamattina il sole limpido e freddo e le montagne finalmente coperte di neve, l'odore dei camini nelle strade e l'autunno che ti pizzica le narici.
Ottobre è probabilmente il mio mese preferito e spesso foriero di cambiamenti importanti.
Oggi mi premio pregustando la cena di stasera e il weekend che verrà, e magari domani sera io e Ste andiamo al cinema.
Oggi mi guardo il tramonto dal terrazzo e sono contenta.

lunedì 7 ottobre 2013

Meal Planning, ovvero come ti pianifico la pappa

Questa è la missione nel cuore di ogni casalinga disperata, ma anche e soprattutto delle donne che lavorano: fare la spesa e buttare il meno possibile, e non ridursi alle 19 a guardare il frigo con aria disperata e nessuna idea di cosa cucinare.

Insomma, pianificare i pasti di tutta la settimana.

martedì 1 ottobre 2013

Il co-sleeping... no

So già di attirarmi critiche e borbottamenti con questo post, ma mi sembra doveroso farlo.
Si legge spesso in giro di famiglie felici che accolgono nel loro letto i bimbi, neonati o grandicelli che siano, per dormire tutti insieme in un abbraccio felice. Il piacere di sentire il respiro dei bambini mentre si dorme vicini, le coccole nel dormiveglia. Eccetera.
Io vi devo confessare che non sono capace.

mercoledì 25 settembre 2013

I cinque momenti

Ispirato al post di Elastigirl aka Nonsolomamma aka uno dei pochi mom-blog che col tempo non stancano e non smettono di affascinarmi (un blog in cui la mamma non mette foto stilose, non fa marchette, non fa collaborazioni, ma scrive, scrive e basta, ed è bellissimo).
"Qual è il tuo momento preferito della giornata?"
Lei ne ha scritti cinque buoni e cinque cattivi, e anche io non mi sento da meno, nonostante di figli ne abbia solo una e non tre.

I cinque momenti migliori:

lunedì 23 settembre 2013

Il caratteraccio

Ecco, oggi ho proprio avuto un carattere di merda.
Sarà colpa del lunedì?
Non ero arrabbiata per qualche motivo in particolare, ma non so come mai mi sembrava che il mondo intero fosse storto.

lunedì 16 settembre 2013

24 mesi di pupa

Sono passati due anni da quel giorno strano e inaspettato.
Nell'arco di pochi minuti mi sono ritrovata da donna con pancione a donna con pancia aperta e bimba tra le braccia.
Due anni fa ero spaventata, stanca e dolorante. La mia vita era cambiata ma ancora non avevo capito quanto.
Oggi sono passati due anni e Lucia è la gioia della nostra vita.

venerdì 13 settembre 2013

Cartoline da Mulhouse

Un saluto da Mulhouse.
Sono qui da mercoledì sera per lavoro. Sono arrivata col freddo e il vento e oggi finalmente si inizia a vedere un po' di sole. Questo rispecchia in pieno il mio stato d'animo: mercoledì sera ero triste e pensierosa e mi mancava la mia famiglia, e il pensiero di passare cinque giorni in hotel mi faceva sentire un po' sola.

mercoledì 28 agosto 2013

Il permesso per stranieri svizzero

Ieri c'è stato un cambiamento nella gerarchia della famiglia di ALittaM: Ste e Lucia hanno ricevuto il loro permesso C.
Ora è solo ALittaM ad avere il normale permesso B. Si sente sola ed emarginata, un essere umano di grado inferiore rispetto al resto della famiglia.

Ma partiamo dall'inizio.
Cosa sono i permessi per stranieri e che differenza c'è?

lunedì 26 agosto 2013

Lucia quando fa il bagno

Bimba di 2 anni che esplora le similitudini tra la vasca da bagno e la spiaggia.

Dal bagno si sente Lucia che parla tra sè e sè "Bagno. Spiaggia. Splash! Splash! Acqua!"

Pavimento del bagno che diventa un lago.

Avete in mente Calvin e Hobbes? Ecco.


venerdì 23 agosto 2013

This moment

Una bella idea su ispirazione di Soulemama.

{this moment}

A Friday ritual. A single photo - no words - capturing a moment from the week. A simple, special, extraordinary moment. A moment I want to pause, savor and remember.


Buon weekend a tutti! Noi ci godremo le mille commissioni di fine estate, lunghe penniche (spero) e tante coccole. Voi che programmi avete?

martedì 20 agosto 2013

Casa è un frigo vuoto

Ciao a tutti e rieccoci a casa.
Macinati chilometri tra auto e aereo.
Negli scorsi giorni abbiamo visto mucche, cani, cavalli, tartarughe, mangiato di tutto e di più, dormito su un futon in una villa nei sobborghi di Marburg.

lunedì 12 agosto 2013

On tour

Questa estate non ci fermiamo mai.
Ne abbiamo bisogno, dopo l'estate scorsa in cui abbiamo passato tre splendide settimane a Rapallo, ma sempre fermi nello stesso appartamento. Le vacanze con un bimbo di 10 mesi sono poco rilassanti per i genitori: le nostre giornate erano scandite da preparazione di pappe, bagnetti, nanne, un paio di ore in spiaggia al massimo tra mattino e pomeriggio, e frequenti lavatrici.

domenica 4 agosto 2013

Scene da un matrimonio (greco)

Una sera afosa nella città di Kavala. Il sole sta iniziando a scendere, l'asfalto è ancora bollente ma l'aria inizia a diventare respirabile.
Siamo tutti agghindati a festa, noi, Lucia e gli amici. Molti vengono dalla Francia, alcuni da Kavala, c'è chi parlicchia un po' delle lingue altrui ma per comodità ci si esprime tutti in un buffo patois di inglese e greco, frutto dell'anno di Erasmus passato insieme.

martedì 30 luglio 2013

Keramoti

Un saluto dal paesino di Keramoti.


Siamo arrivati giovedì sera, dopo l'ennesima faticaccia valigia + auto + aeroporto + valigia + auto.

mercoledì 24 luglio 2013

Un gioiello da una cerniera

Questo post è dedicato alle giovani ragazze imprenditrici che hanno una passione e decidono di seguirla.
Una ragazza che come me si occupa di grafica, ma ha la passione per gli oggetti hand made ed è riuscita a trasformare un hobby in una professione.

lunedì 22 luglio 2013

Casa di Brunate

Alcuni scatti da casa di mio padre, lassù a Brunate sopra Como, fatti un pomeriggio di fine Giugno.

Come potete vedere, mio padre adora dipingere acquerelli.

Brunate. Giugno 2013

domenica 14 luglio 2013

Back from London

Come riassumere in un solo post una intera settimana a Londra?

Mi devo fare aiutare dalle fotografie, altrimenti ne viene fuori un romanzo.


Partiamo dal motivo per cui siamo andati a Londra. 6 Luglio 2013, Hyde Park. Concerto epocale dei Rolling Stones.

venerdì 5 luglio 2013

La pupa morsicata (lo voglio morto!)

Ieri sera vado a prendere Lucia al nido. La maestra ha l'aria mortificata.

"Mi spiace, oggi purtroppo è successo un piccolo incidente. Un bimbo l'ha morsicata."

martedì 2 luglio 2013

Have Fun with Adana


Qualche tempo fa mi è partito il tarlo del letterpress.
Per chi non sapesse di cosa parlo, letterpress è un tipo di stampa fatto "all'antica", con macchine e metodi analogici, spesso con caratteri tipografici d'epoca o recuperati o creati a mano. Il risultato di questo lavoro è una serie di stampe uniche e meravigliose, che le nuove tecniche digitali e la modernità non riusciranno mai ad eguagliare.

giovedì 27 giugno 2013

Un weekend in Engadina

Engadina, Giugno 2013 

Lo scorso weekend abbiamo avuto la fortuna di andare in Engadina, ospiti di amici che ci hanno prestato la casa.

Intuile dirvi che non sono tipo da montagna. Ci sono stata poche volte e non ho mai imparato a sciare, ma d'altra parte cosa volevate aspettarvi da una che ha imparato ad andare in bici a 31 anni?

martedì 25 giugno 2013

Perché mi piace Zucchero

1987. Sabato mattina.
Il papà di ALittaM, giovane avvocato rampante, passa le mattine del sabato a lavorare nello studiolo di casa. La figlia gioca in salotto mentre il papà scrive i suoi atti e la mamma legge il giornale. Il papà di ALittaM per rilassarsi e concentrarsi ama sentire della musica, con il nuovo lettore CD comprato recentemente in Svizzera.
Il CD che il papà mette sempre è Blue's, di Zucchero. ALittaM si innamora all'istante di Bambino io, bambino tu e Con le mani.


venerdì 21 giugno 2013

Gli estranei

Disclaimer: Questo post è nato leggendo questo articolo di MilanoToday su come un intero autobus abbia ignorato una donna che veniva minacciata da un estraneo. Ecco, è il tipo di cosa che mi fa venire il mal di stomaco.

Io sono qui da ormai 5 anni, e mi rendo conto che il tempo inizia a fare il suo effetto.
Faccio cose che a Milano sarebbero impensabili, non me rendo neanche conto, ma è così.

martedì 18 giugno 2013

Letterpress workers

Letterpress Workers

Una passione che mi è arrivata negli ultimi tempi.
La tipografia "letterpress", quella all'antica fatta con rulli e gli inchiostri e gli stampi.

giovedì 13 giugno 2013

mercoledì 12 giugno 2013

Ragù vegetariano di lenticchie

Ragù lenticchieRicetta ispirata al bel post dell'altra settimana di Labna.

Un ragù vegetariano in cui si usano le mie amate lenticchie, uno dei miei ingredienti preferiti in assoluto.

Proprio l'altra sera in cui mi avanzava un po' di sugo al pomodoro, eravamo sole io e Lucia e avevo voglia di mangiare lenticchie in modo diverso.

martedì 4 giugno 2013

Ce la faccio da sola

"Gno!" esclama Lucia quando provi a darle la mano "Io! Mio! 'ucìa!"

 Parco giochi, 02.06.14

In questo piccolo grido indignato c'è tutta l'indipendenza di una bimba che vuole fare da sola.
Siamo al parco giochi, è un bel giorno di sole e di vento, e Lucia vuole scalare lo scivolo, al contrario, partendo dall'arrivo e risalendo fino alla cima.


domenica 2 giugno 2013

Uova strapazzate con avocado

Uova strapazzate con avocado Finalmente arriva il weekend.

Aprite gli occhi alle 8.30 con la pupa che canticchia nel suo lettino. La si prende e ci si infila nuovamente a lettone, in pigiama e con un biberon di latte caldo.

venerdì 31 maggio 2013

Una stella alpina sulla mutanda

Niente di più sexy e patriottico allo stesso tempo. Chiaramente hanno pensato questo al reparto creatività di una importante marca di intimi svizzera, quando hanno deciso di lanciare un'intera linea chiamata Alpenschick.

martedì 28 maggio 2013

Il mio portfolio

Una di quelle cose che hai sempre in mente di fare, e lasci sempre da parte fino a che una serie di eventi non ti obbligano a farlo, e anche in fretta.

lunedì 27 maggio 2013

Antica Focacceria San Francesco

Antica Focacceria San Francesco

Ci eravamo stati un paio di mesi fa, al seguito di recensioni entusiaste da parte di mia madre. Essendo la mia una famiglia di origini siciliane, un posto come l'Antica Focacceria San Francesco non poteva che destare il nostro interesse. Madre, zii, cugini, tutto il mio parentado che discende dalla mia mitica nonna siciliana si è subito innamorato di questi ristoranti/rosticcerie dove si serve della buonissima cucina siciliana.

venerdì 24 maggio 2013

Io questo malditesta proprio non lo capisco

Eh sì, io proprio non capisco come mai ho questo malditesta mostruoso stamattina.

D'altra parte non è che ieri abbia fatto un granché, ho solo passato l'intera giornata davanti a un computer a smanettare con codici e foto varie, intramezzando una sessione fotografica last-minute sul tavolo del salotto.

giovedì 23 maggio 2013

Cartoline da Lugano

Foto fatte qualche settimana fa, quando il sole è finalmente spuntato dalle nuvole e l'aria si è riscaldata. C'era una luce meravigliosa e un vento che portava in giro le foglie. Il lago di un blu intenso, le montagne verdi brillanti.

Parco Ciani, 11.05.13
I fiori nelle aiuole, colorati e ordinati come solo in Svizzera sanno fare

Parco Ciani, 11.05.13
Lucia in spalla al papà

Parco Ciani, 11.05.13
La luce dorata della sera

Parco Ciani, 11.05.13
Il parco

Parco Ciani, 11.05.13
E il lago

Parco Ciani, 11.05.13
I ragazzi che tengono le birre in fresco

Parco Ciani, 11.05.13
E Lucia bellissima con le ciglia lunghe e folte

Parco Ciani, 11.05.13
Una cartolina da Lugano 


sabato 18 maggio 2013

Frittata di pasta

La ricetta goduriosa per definizione, fatta con la pasta avanzata. Questa è la versione base con prosciutto, ma le possibilità sono infinite. Tradizionalmente in casa mia si fa con gli spaghetti (strepitosa), ma a volte la faccio anche con la pasta corta e il risultato è ottimo.

Se non l'avete mai provata, vi perdete il meglio della vita.

Ingredienti per due persone

Una porzione abbondante di pasta al pomodoro avanzata dal giorno prima
2 uova
2 fette di prosciutto cotto
2 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di latte
olio
sale
pepe

Preparazione

In una ciotola sbattete le uova con il parmigiano e il latte, aggiustate di sale e pepe. Aggiungete la pasta ancora fredda di frigo e la fetta di prosciutto cotto tagliata a striscioline. Mescolate in modo da distribuire l'impasto uniformemente
Riscaldate un paio di cucchiai di olio in una padella antiaderente. Versate il composto e fate dorare bene da un lato prima di girarlo dall'altro con l'aiuto di un piatto.
Asciugare la frittata su dei fogli di carta assorbente e servire ancora calda, spolverata con altro formaggio e del pepe.

Frittata di pasta Frittata di pasta

venerdì 17 maggio 2013

Food revolution! - il giveaway

Spaghetti al pomodoro

Viva Jamie Oliver.
Certo, con tutti i suoi distinguo: faccia da schiaffi, entusiasmo un po' eccessivo, sicuramente un genio del marketing di se stesso, ricette discutibili (Dissapore docet), la massificazione della cucina in tv è iniziata da lui, ce lo ritroviamo in tutte le salse, ormai è una multinazionale eccetera eccetera.
Ma.

domenica 12 maggio 2013

Oggi tutti gratis

12 Maggio 2013


Swiss Miniatur, Melide, ore 15.30
Quattro figure compaiono alla cassa. Tre sorridono, anzi sogghignano. Una ha in bocca un ciuccio e sembra non curarsi di nient'altro.

venerdì 10 maggio 2013

Su NewlySwissed

Newly Swissed è un sito che parla della vita in Svizzera per chi viene dall'estero.
L'ho sempre adorato sin dal giorno in cui l'ho scoperto: finalmente un portale sulla Svizzera che non si prende troppo sul serio!

Da oggi sono lieta di far parte dei collaboratori di questo blog.

Ecco il mio primo "articolo". E di cosa parla ovviamente? Della mia prima surreale esperienza nel solarium self service... ve la ricordate?

Buona lettura!

giovedì 9 maggio 2013

09 Maggio 2009

Buon anniversario Ste!


Quattro anni fa eravamo due innamorati che finalmente iniziavano la loro vita insieme.

Oggi abbiamo quattro anni alle spalle, momenti bellissimi e momenti bui, un baule di fotografie e di ricordi. Ma soprattutto abbiamo una piccola pupa meravigliosa che amiamo alla follia e ci ama come non mai.

Grazie per essere il mio compagno di avventura per la vita.
Ti amo sai?
Ale

mercoledì 8 maggio 2013

Asparagi alla parmigiana

Adoro la primavera e l'estate perché ogni mese è il momento di qualche verdura nuova, di quelle che sono buone solo per un brevissimo periodo di tempo e ti fanno venire l'ansia di mangiarne il più possibile prima che sia troppo tardi.
Ad esempio ora è il momento degli asparagi. Troneggiano in orgogliosi mazzetti all'ingresso del supermercato. Tu ripensi a tutti i mesi in cui hai desiderato un bel risotto agli asparagi e finalmente puoi dare sfogo alle tue voglie nascoste, al tuo amore per questa verdura vagamente fallica, pestilenziale nelle sue conseguenze ma molto molto buona.
Questo è il metodo che uso io per cucinarli, e in poco tempo permette di avere un piatto di verdure saporite senza neanche troppo condimento.

Asparagi alla parmigiana

Ingredienti (per 2 persone).

500 g asparagi
1 cucchiaio di burro
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano


Preparazione.

Lavare e pulire gli asparagi. Tagliare il fondo legnoso e legarli a mazzo. (Se siete come me, che non avete spago da cucina a portata di mano, siate avventurosi e lasciateli sciolti. Le punte patiranno un po', ma non sarà una tragedia)
Scaldare il forno a 180°.
Lessare gli asparagi in acqua salata per 10 minuti, cercando di mettere il mazzetto di asparagi in modo che le punte escano dall'acqua. Toglieteli dall'acqua con una pinza e adagiateli, ben asciutti, su una pirofila.
Spalmarci sopra un cucchiaio di burro precedentemente ammorbidito. Spolverizzare il tutto con il Parmigiano.
Infornare per 10' e servire belli caldi.

La ricetta in foto.

Asparagi alla parmigiana  Asparagi alla parmigiana
Lessati gli asparagi, sfoderiamo il formaggio


Asparagi alla parmigiana Asparagi alla parmigiana
Tripudio di burro e Parmigiano!

Asparagi alla parmigiana  Asparagi alla parmigiana
Un attimino nel forno e... pronti da mangiare!

martedì 7 maggio 2013

Urban soul - un pranzo a Milano

Urban soul

Cose che mi piacciono in questo periodo nel quale ho più tempo: prendere l'auto e sfrecciare verso Milano per una pausa pranzo con un'amica.
Zona Tortona, la Milano più bella. Anima vecchia, aria nuova. Gente alla moda, studenti, modelli.
Il ponte di porta Genova coi gradini di metallo su cui risuonano i tacchi delle donne.

venerdì 3 maggio 2013

Duetti

ALittaM: Nellavecchiafattoria ia-ia-
Lucia: Oooohhh!
A: QuantebestiehazioTobia ia-ia-
L: Ooooohh!
A: C'è il cane-
L: Buhbuhbuh!
A: Cane! Ca-ca-cane! C'è la mucca-
L: Muuuuh!
A: Mucca! Mu-mu-mucca! C'è il gatto-
L: Maaao!
A: Gatto! Ga-ga-gatto! L'asinello-
L: Ih-hoooo!
A: Ello! L'a-si-nello! Nellavecchiafattoria-
L: Iah-iah-oooooohhh! (risata)

Ripetere ad libitum con aggiunte e sostituzioni di animali. Finire ogni giro con un applauso e Lucia che grida "Bahi!" (bravi).

giovedì 2 maggio 2013

Un giorno di pioggia al Lido

Lido LocarnoPrima i giorni di festa grigi e piovosi li adoravo. Me ne stavo sul divano dalla mattina alla sera, bevendo the caldo, guardando vecchi film e ritoccando le mie foto dal portatile.
Poi è arrivata la pupa, e queste cose me le sono dovuta dimenticare.
Sì, perché fino a che sono bambini piccoli, che camminano a malapena, riesci ancora a stare nel tuo caldo bozzolo casalingo e godertela. Non appena i bimbi iniziano a camminare, correre, muoversi (il termine inglese per questa età è toddler), la vita diventa un'avventura. Un'avventura per te e per loro, che vorrebbero camminare, correre, toccare, lanciare, urlare, cantare, ballare.
E fuori, intanto, fanno 14° e piove a catinelle.
La soluzione è semplice e geniale: piscina!

giovedì 25 aprile 2013

L'imprevidibilità dei commiati

Ogni mattina, mentre infilo Lucia in macchina per portarla al nido, scatta dentro di me la scommessa su come sarà il commiato.

Opzione 1 - "viva l'asilo". Lucia inizia a sorridere sin da quando entriamo nell'ingresso. Vede una delle maestre e si illumina. I compagni di classe la salutano dal cancelletto di ingresso e lei li ricambia con una sventolata di mano e un "Ciacià!".

lunedì 22 aprile 2013

Bau bau!

È bello vedere la pupa evolversi.
Fino a poco tempo fa aveva paura di Heidi, il pastore tedesco di nonno C. Adesso è scattato l'interesse che è subito sfociato in amore. AMORE totale.
Ieri eravamo a pranzo da nonno C. e Lucia ha passato tutto il tempo con Heidi. La coccola, la insegue, le accarezza il pelo, indica la sua coda con aria perplessa, la guarda e dice "baubau! baubau!"
Heidi sopporta tutto più o meno stoicamente, spesso e volentieri ricambia le attenzioni di Lucia con una bella leccata di mani e di faccia (a cui Lucia reagisce con misto di stupore e ribrezzo), a volte fa dei movimenti un po' bruschi e Lucia di spaventa, ma è subito perdonata.


È inutile negarlo, sono una coppia perfetta. Vederle andare in giro per la casa è come assistere alle comiche di Stanlio e Ollio.

martedì 16 aprile 2013

Oggi no

Una di quelle giornate.
Nonostante l'inizio piacevole, alcune cose carine, oggi è andato tutto per il verso contrario.

lunedì 15 aprile 2013

Arriva la primavera

E noi tiriamo fuori il triciclo e via!



(ieri il primo giorno di caldo primaverile. sicuramente tra un paio di settimane mi starò lamentando del caldo e del fastidio e del naso che cola per l'allergia, ma per adesso mi godo i primi giorni senza le mani e i piedi gelati, la porta del terrazzo spalancata, il cappello di Lucia che finalmente finisce nel dimenticatoio.)

martedì 9 aprile 2013

Chiunque tu sia

A New York c'è un fotografo, di cui invidio talento e coraggio, che ferma la gente per strada e fa un ritratto alle persone più interessanti che incontra. Da grande vorrei essere come lui. Per adesso mi limito a rubare foto alla gente che incontro in giro.

L'ho vista in treno qualche settimana fa. Un treno tristissimo, una tratta poco poetica, un giorno grigio e scialbo che veniva reso ancora più brutto dai finestrini sporchi del regionale.


Sconosciuta in treno


Però di fianco avevo lei, ed è stato amore a prima vista.
Sconosciuta in treno, chiunque tu sia, ho adorato ogni tuo dettaglio.
Il maglione di lana un po' spesso, i pantaloni comodi.
I capelli ricci e ribelli ma ben tenuti.
La camicetta a fiorellini.
Seduta sul sedile lercio del treno come se fossi sul divano di casa tua.
Il libro sulle gambe, non un iPhone, non un tablet, ma un libro.
Soprattutto, l'aria di chi è immersa in un suo mondo, di chi è persa nella storia, o nei suoi pensieri, e riesce a liberarsi della realtà che la circonda.

A voi capita mai? Questo fascino istantaneo, misto a curiosità, la voglia di sapere tutto dello sconosciuto che avete accanto?





domenica 7 aprile 2013

Polpette di zucchine e ricotta

Quando ti sei rotta le scatole di pasta e zucchine. Perché la pasta con le zucchine è molto buona, ma ci sono altri modi per cucinare queste povere verdure.
E poi ti era caduto l'occhio su una ricetta interessante, l'altro giorno, e anche se nella ricetta originale era prevista la mozzarella tu hai pensato che con la ricotta sarebbe andato ugualmente bene. Avevi ragione.

Polpette di zucchine  Polpette di zucchine

Ingredienti (per 12 polpette).

2 cucchiai di olio d'oliva
2 zucchine grandi
Scorza di limone
1 uovo
50 g Parmigiano Reggiano Grattugiato
1 ricottina
50 g Pangrattato
Prezzemolo
Sale
Pepe

Polpette di zucchine  Polpette di zucchine


Preparazione.

Tagliate le zucchine a dadini piccoli e fatele stufare in padella con l'olio. Nel mentre riscaldate il forno a 200°. Quando le zucchine saranno ammorbidite (circa 10 minuti), spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.
Unire il resto degli ingredienti in una ciotola ed amalgamare bene con una forchetta o una frusta. Aggiungere le zucchine e mescolare ancora per ottenere un composto abbastanza denso e appiccicoso.
Ricoprire una teglia con della carta da forno e disporre il composto in circa 12 mucchietti grandi come un cucchiaio.
Infornare per almeno 15 minuti o fino a quando non si sarà formata una piacevole crosticina dorata.

Mangiare con accompagnamento di un riso al vapore e una bottiglia di birra.
Dare alla pupa le polpettine a mo' di finger food e vederla che se le magna di gran gusto.

Polpette di zucchine



giovedì 4 aprile 2013

Sono pazzi questi Svizzeri

Io me lo dico spesso e volentieri: sono pazzi questi Svizzeri.

O forse siamo pazzi noi che non li capiamo. Soprattutto noi italiani che ci illudiamo di ritrovare una provincia dell'Italia in canton Ticino, e invece scopriamo l'acqua calda, ovvero che il Ticino non è l'Italia, ma è la Svizzera. Un altro stato dove la gente è diversa, la mentalità è diversa, persino il cibo è diverso.

Io sono qua da quasi cinque anni e solo adesso sto iniziando ad abituarmi alle abitudini locali. Penso che sarebbe stato più facile abituarsi al Giappone, o all'America, dove la quotidianità delle cose è così tremendamente diversa da quello che sono abituata a vedere da non lasciarmi spazio al dubbio di essere in un posto familiare. Qua invece è come vivere su Marte travestito da Terra.

Ho deciso di pubblicare alcune delle stramberie più interessanti che ho trovato e continuo a trovare nel mio vivere in Svizzera, e che le raggrupperò come "Sono pazzi questi Svizzeri". Anzi, ci inauguro anche l'hashtag, #sonopazziquestisvizzeri.

I post che ho già scritto, dedicati al meraviglioso mondo della terra di Heidi, sono raggruppati nella pagina che trovate in alto, chiamata appunto "Vivere in Svizzera". Gli altri che scriverò li troverete comunque tutti lì.

Per ora buona lettura con gli articoli vecchi e, bon, alla prossima.

martedì 2 aprile 2013

Gita di Pasqua (con neve)

In meno di 48 ore, una gita estemporanea nel cuore della Svizzera.

San Gallo




Strade, montagne, e neve neve neve.
Mia madre come special guest nonché (ormai è confermato) schiava personale di Lucia che la comanda a bacchetta.
San Gallo splendida ma tristemente vuota, perché in Svizzera interna il Venerdì Santo è un giorno di super-festa ed è tutto chiuso, tranne ovviamente le chiese.

San Gallo 
San Gallo


La cattedrale magnifica in cui recitavano la Passione, e gli svizzeri che lanciavano occhiate di rimprovero a Lucia perché provava a cantare insieme al coro.
La chiesa protestante in cui ci siamo subito sentiti a nostro agio, tranquilla e riscaldata e priva di pretese.
La cioccolata calda prima di ripartire.
L'albergo in riva al lago.
Neve, neve sempre e ovunque. A fine Marzo, a Pasqua, fiocchi grandi così.
Lucia contentissima e sempre in esplorazione delle cose nuove.
L'hotel bellissimo e la camera con il lettino in legno, nella mansarda, con il balcone dal quale vedere i fiocchi che scendono su Rapperswil.

In viaggio verso San Gallo


La cena un po' surreale in un ristorante italiano, perché nella Svizzera interna va di gran moda la cucina italiana e le alternative sono poche e molto tristi.
Lo zoo per bambini e Lucia che si scatena, osserva e accarezza le caprette, i pony, i maialini, persino la giraffa che si china ad annusarle il cappello.
Il giro nel calesse trainato dal cavallo e Lucia che infila la mano nella narice del cavallo come se niente fosse.


Rapperswil Kinderzoo



I pony che si mangiano i popcorn con avidità.
Lucia che preferisce mangiarsi lei il popcorn piuttosto che darlo ai pony.
Il menu del self service allo zoo: puoi scegliere tra crocchette di pollo, pesce fritto o quattro tipi diversi di salsicciotti e wurstel. Il contorno? Uno solo: patate fritte. E poi dicono che in Svizzera interna si mangi da schifo.

Rapperswil Kinderzoo



L'ennesima mega-cacca al self service dello zoo, ed è mai possibile che queste cose capitino sempre quando siamo al ristorante? Ma i nostri eroi non si fanno mai perdere d'animo, ormai sono diventati acrobati del cambio di pannolino in luoghi impervi e anche questa volta ne sono usciti indenni.
La colonna sonora del viaggio, Popoff dello Zecchino D'Oro, grande passione del momento per Lucia nonché accompagnamento musicale ideale per due giorni di freddo, neve e gelo.
La nostra piccola compagna di avventura che è sempre entusiasta di tutto, batte le mani a ogni cosa, ride e parla ed è una gioia da sbaciucchiare e coccolare.

Il ritorno la sera dopo, stremati e con la promessa di ritornare non appena questa stronza di una primavera avrà deciso di arrivare.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails