domenica 4 agosto 2013

Scene da un matrimonio (greco)

Una sera afosa nella città di Kavala. Il sole sta iniziando a scendere, l'asfalto è ancora bollente ma l'aria inizia a diventare respirabile.
Siamo tutti agghindati a festa, noi, Lucia e gli amici. Molti vengono dalla Francia, alcuni da Kavala, c'è chi parlicchia un po' delle lingue altrui ma per comodità ci si esprime tutti in un buffo patois di inglese e greco, frutto dell'anno di Erasmus passato insieme.


Greek Wedding  Greek Wedding

Lo sposo, C., è teso ma sorridente, e splendidamente elegante.
Ci aggreghiamo davanti alla chiesa, e poco dopo dalla scalinata scende lei, D., la sposa. Ha un lungo velo sorretto dalla madre. Lucia la guarda e la indica.
Entriamo in chiesa, e per il mio primo matrimonio ortodosso sono un po' incuriosita e in apprensione, temendo di fare qualcosa di sbagliato.
E subito mi rendo conto che mi sono infilata nel lato dei maschi e non in quello delle femmine.

Greek Wedding Greek Wedding

La chiesa è piccola e bellissima, piena di affreschi, fiori, icone e candele. Grazie al cielo c'è l'aria condizionata. Tengo Lucia in braccio e le faccio vedere un po' di cose, e intanto con la mano libera cerco di scattare qualche foto.

Greek Wedding
(foto panoramica: consiglio vivamente di cliccarla e vederla a pieno zoom)

Il pope canta e canta con tono monotono e ipnotico, è una scena meravigliosa e mi sento in un film.
Arriva il momento delle corone sulla testa degli sposi, e della coppia che cammina intorno all'altare come marito e moglie. Un po' mi vergogno e un po' sono orgogliosa del fatto che questa parte la conosco dopo aver visto per almeno 20 volte Il Mio Grasso Grosso Matrimonio Greco.

Greek Wedding Greek Wedding

Lancio del riso, e come sempre momenti di felicità e foto di rito al di fuori dalla chiesa. Mi piace tantissimo la nonna della sposa che osserva tutto dalla sua sedia. (v. foto degli sposi qua in alto).
La cravatta di Ste è costellata di piccoli elefantini. Che però a modo loro si abbinano alla perfezione col vestito a fiorellini azzurri di Lucia, quindi sono la coppia perfetta.

Greek Wedding Greek Wedding

Partiamo in macchina verso il luogo del ricevimento, ed è uno spasso vedere Ste e il suo amico J.M. perdersi tra le stradine dell'entroterra.
Il ricevimento, wow, una villa tra le vigne. Una terrazza sotto le stelle e una band tradizionale greca che intona brani che fanno battere le mani e cantare tutti i presenti. Ben presto la festa sfocia in un bellissimo sirtaki in circolo, mentre io cullo tra le braccia la pupa che è crollata addormentata e assisto da lontano ai balli scatenati. Ancora ho la sensazione di essere in un film.

Greek Wedding  Greek Wedding

Il resto della serata passa in fretta, tra torta e altri balli e io che mi rilasso con la pupa dormiente in uno dei tanti salotti della magione.
Andiamo via per primi e dopo un altro viaggio in auto ritorniamo a Kavala, dove abbiamo deciso di viziarci prenotando una notte al lussuoso Lucy Hotel.
Crolliamo tutti addormentati intorno alle 3 e la mattina dopo siamo già in piedi alle 9, merito dell'orologio interno di Lucia che non ha pietà neanche dei giorni di festa.

Lucy hotel, Kavala Lucy hotel, Kavala

Per fortuna il pantagruelico buffet della colazione e la lussuosa piscina ci fanno passare il malessere.
È stato uno dei matrimoni più suggestivi a cui abbia mai assistito. Sono contenta di aver attraversato l'Europa per vederlo.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails