venerdì 20 giugno 2014

La rigida legge del carosello

caroṡèllo s. m. [dal napol. carusiello «palla di creta; salvadanaio» (per la somiglianza con una testa di ragazzo: v. caruso)]. –
1. Specie di gioco, introdotto a Napoli dagli Spagnoli nel sec. 16° (...)
2. a. Complesso di vetturette, barche, animali di legno (detto anche, comunem., giostra), che, fatto girare con apposito meccanismo, serve per divertimento ai ragazzi nelle fiere (in questo senso, dal fr. carrousel, che a sua volta è dall’ital.). (...). b. estens. Movimento di vetture in uno spazio ristretto; si dice in partic. delle evoluzioni che compiono le macchine della polizia per sciogliere assembramenti di dimostranti. (...).
3. C. tranviario, anello formato dai binarî in un capolinea tranviario.
4. (Ticinese) Quell'ora dopo la fine di una partita dei Mondiali / Europei in cui è lecito girare per le strade urlando e strombazzando.

Esatto. Il Carosello è la valvola di sfogo estiva dello svizzero medio. In una nazione dove se suoni tre volte il clacson rischi che ti ritirino la patente, esiste un momento in cui si può, per legge, fare casino.
È il momento subito dopo la fine di una partita. La polizia decide con la sua magnanimità di permettere ai tifosi di festeggiare.

Si apre una tendina di 60 minuti (il tempo varia a seconda dei casi) in cui si può festeggiare. Suonare il clacson. Scorrazzare per la città. Urlare dai finestrini. Sventolare le bandiere.
Questo momento di lecita follia è per tutti una manna dal cielo. Il che comporta una cosa un po' strana: dopo una partita festeggiano tutti. Vincitori e vinti, e anche chi non gliene frega una mazza del calcio. Le strade si popolano* di auto manco avessimo vinto la Coppa Campioni (*popolano, vabbeh, a volte solo una trentina, ma nel silenzio tombale di Lugano rimbombano parecchio).
Il dubbio che la gente approfitti dell'ora del Carosello per fare cagnara, a prescindere dalla fede calcistica, è molto forte.

La Polizia invita i tifosi a volere tenere un comportamento corretto ed educato in relazione ad un evento che si ricorda essere puramente sportivo
Ma soprattutto, allo scoccare dell'ultimo minuto dell'ora di Carosello, il casino si ferma. Ritorna il silenzio tombale. Tutti a casa.

La Svizzera è anche questo, casino per strada sì ma nei limiti e negli orari concessi.

1 commento:

Pellegrina ha detto...

Fantastico, il casinista no-calcio.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails