lunedì 1 settembre 2014

Peppa La Maiala


È capitato così, quasi per caso.
Come quando ti pigli un virus.
Che un po' c'era da aspettarselo, visti i genitori: la mamma stessa di Lucia (io, ALittaM, ciaoatutti) è famosa per le cotte cinetelevisive. Memorabili gli anni passati a inseguire saghe di Star Trek, stagioni di X-Files, Dawson's Creek, Lost, Sherlock, Mad Men e chi più ne ha, più ne metta. I geni non mentono.
Ma che la passione si scatenasse in questo modo totale, ossessivo compulsivo, inenarrabile, proprio non me lo aspettavo.

Abbiamo tentato di arginarlo, ma a quanto pare ci hanno pensato le maestre dell'asilo, beata innocenza, a introdurre la suina maledetta nella vita di Lucia.
Poi è arrivato il caso dei compleanni delle amiche di Lucia, in occasione dei quali ALittaM ha mandato il famoso sms alle mamme "cosa vuole xyz come regalo?"
La risposta di tutte è sempre stata "Guarda, le piace molto Peppa Pig."
Ammazza, sarà tanta roba 'sta Peppa. Nel dubbio, ALittaM ha comprato due libri di Peppa, perché lei ha sempre avuto questo difetto (o pregio, a seconda), che come regalo nel dubbio compra un libro perché i libri sono cosa buona e giusta e danno la felicità. Anche se sei una compagna treenne del nido di Lucia.
Poi è arrivata la vacanza a Londra, dalla quale siamo appena rientrati.
La prima sera, noi tutti un po' stanchi dal lungo viaggio. L'aria umida, il divano nuovo, la bella TV grande in salotto. Accendiamo la TV mentre ci prepariamo alla nanna.
In TV danno un episodio. In Inglese. Lucia... Lucia fulminata come San Paolo sulla via di Damasco.
E da quel momento... non c'è stato verso. Il suo mantra è stato "Voio vedere Peppapig." ripetuto a cadenze precise e immancabili, come il Big Ben.
Ore 8 di mattina, appena apre gli occhi "Voio vedere Peppapig."
Dopo avere fatto colazione "Voio vedere Peppapig."
Appena rientrati a casa "Voio vedere Peppapig."
Prima di fare la nanna "Voio vedere Peppapiggheeeee." (finale strascicato)
E noi? Noi resistiamo come soldati al fronte. No, non puoi vederla la mattina. No, non puoi vederla ogni cinque minuti. Solo prima di cena, e solo se non urli e piangi quando te la spegniamo per sederci a tavola.
No, non puoi vederne ancora una.
Fanculo agli episodi che durano cinque minuti, e ti fanno pensare "Ma sì, ancora uno che sarà mai?" e passano uno dopo l'altro.
Fanculo a chi ha caricato su Youtube compilation di episodi che durano UN'ORA E MEZZA, perché se a livello dialettico è facile spegnere un video che è finito dopo cinque minuti, provateci voi a troncare nel mezzo un lungometraggio di episodi uno dopo l'altro senza stacchi né pubblicità. La pupa si incazza come una iena, non capisce il motivo della decisione e inizia una straziante negoziazione per vederne ancora un po'.
Vi dico, è come una droga. Non finirebbe mai di vederli. In italiano o in inglese, più e più volte. È incantata.
Peppa la Maiala è finalmente entrata nella nostra vita, e a quanto pare ha piantato le tende e non ha intenzione di spostarsi per un bel po'.

PS. In compenso questo apre le porte a futuri, interessantissimi capitoli di analisi e distruzione dell'ennesimo prodotto per bambini...

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails