martedì 13 gennaio 2015

La città in bianco (Milano, 1985)


Era il 1985 ed era il mio ultimo anno d'asilo.
Ed era tutto bianco.
Neve dappertutto.
Mi ricordo intorno a casa mia, Piazzale Brescia, con così tanta neve che sembrava di essere in montagna. Io che camminavo e intorno a me c'erano letteralmente delle mura di neve che mi arrivavano fino alle spalle. L'aria fredda che ti gela le narici.
Mi ricordo mio papà che per andare in tribunale al mattino si metteva i Moon Boot (mitici oggetti fashion degli anni '80, in casa nostra rigorosamente rossi o blu), la tuta da neve, e le scarpe e il completo da lavoro nello zaino. Camminava, arrivava al lavoro, andava in bagno e ne usciva preciso e ordinato come se niente fosse. Tipo James Bond con lo smoking sotto la tuta da sommozzatore.

 
Mi ricordo i vetri appannati della cucina della nonna, che cucinava mentre fuori era tutto innevato. E io stavo a casa con lei, rintanata al caldo, perché fuori si era fermato tutto quanto.
Sono passati trent'anni dalla Grande Nevicata di Milano, e ancora se ne parla con l'aria epica di chi ha vissuto qualcosa di memorabile.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails