lunedì 9 marzo 2015

Les Poissons

Domenica mattina salto veloce al supermercato. Ste è a casa con la pupa.

ALittaM getta un occhio al bancone del pesce, sempre ben fornito. Eccoli là, due bei branzini. A un prezzo stracciato. Li mette nel carrello.

Sera. Ste apre il frigo e vede i pesci.
"Evviva, li facciamo al forno. Preparo il mix di erbe da mettere nella pancia."
"OK," fa ALittaM "Ricordati che vanno puliti."

Silenzio.
Ci guardiamo negli occhi.
Non abbiamo mai pulito un branzino.
Oddio, abbiamo eviscerato, decapitato, lavato e infornato centinaia di sarde (nostra passione assoluta), ma un branzino mai. Ce lo hanno sempre venduto pulito.

E adesso?
Ste si eclissa con la scusa di fare il bagno a Lucia.

Resto io sola con le bestie.
Metto guanti, rimbocco maniche.
Guglo come una disperata, guardo i video, annuisco.
Ce la posso fare.
Al massacro.

Mi sono infilzata le dita con le fottute pinne del branzino, che evidentemente le usa come armi di attacco ninja. Ho praticato tagli e sforbiciato panze. Ho strappato branchie. Ho agganciato con le dita strane interiora scivolose e puzzolenti. Ho strofinato e strofinato fino a che non c'erano più squame sui pesci, ma in compenso le squame erano dappertutto, sul lavello, la parete della cucina, i guanti, il grembiule. Persino tra i miei capelli.

Mi sono sentita una anatomopatologa di professione, una via di mezzo tra Kay Scarpetta e Molly Hooper.

Mi sono chiesta come mai nei video di YouTube il branzino lo puliscono in 30 secondi netti e io dopo 5 minuti stavo ancora cercando di strappare non so che pezzo di interiora che non voleva staccarsi.

A un certo punto mi sono messa a cantare la canzone del cuoco della Sirenetta, perché il pesce è un alimento sano e leggero ma la preparazione del pesce è una cosa truculenta assai.




E comunque alla fine, con erbe provenzali, limone e aglio e con abbinate patate lesse e spinaci al burro, questi due stronzi di branzini erano proprio buoni.

1 commento:

Pellegrina ha detto...

Bravissima. Comunque conveniva fare un barbecue o al sale. Pulire un pesce grande o piccolo non cambia moltissimo, ma le squame sono... non sono definibili!
Comunque un branzino l'ho addirittura diliscato per farcirlo di gamberi e asparagi. Provateci!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails